skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

48ac5e48-4bc0-4a43-89bb-34b8440eed17È una piccola rivoluzione quella che la Finanziaria 2019 ha portato al mondo del tartufo. Una rivoluzione prima di tutto fiscale, in un settore che fino ad oggi è sfuggito ad ogni ipotesi di tracciabilità e, di conseguenza, anche ad ogni tentativo di difesa del made in Italy. La novità sta nell'introduzione di una "no tax area" legata all'occasionalità della ricerca: una sorta di franchigia fissata entro un limite di 7mila euro l'anno, sotto al quale ogni cercatore di tartufo è tenuto a versare allo Stato solo un'imposta forfettaria di 100 euro, ai quali si aggiungono i vecchi 90 euro per il tesserino. In questo modo, ogni commerciante o ristoratore che acquista tartufo, può emettere un'autofattura che rappresenta a tutti gli effetti un documento di tracciabilità.

Pubblicato in San Miniato

12813917 1012401828853327 5384923569012653613 nLa competenza è tra quelle che passa alla Regione. E la Toscana, proprio in questi giorni, sta decidendo come, dove e quando si svolgeranno i prossimi esami di idoneità per il conseguimento del tesserino che consente la ricerca e la raccolta del tartufo. Al momento, quindi, ancora per un po', non ci saranno abilitazioni.

Pubblicato in San Miniato

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466