skinKaroqcuoio

Cuoio in Diretta

Rubano la borsa in auto, “Serve una telecamera”

Vota questo articolo
(2 Voti)

foto2"Alle 9 ho lasciato l'auto e alle 9,05 avevano rubato la borsa". Come a dire che è bastato proprio un attimo di distrazione per rovinare la giornata a una donna di Staffoli di Santa Croce sull'Arno, che ieri 12 luglio è andata per una visita veloce al cimitero.

Ha dimenticato la borsa sul sedile dell'auto e quando è tornata ha trovato il finestrino forzato con un cacciavite, così da non fare rumore e senza pericolo di ferirsi. Dettaglio, questo, che dimostra una certa maestria da parte del ladro. D'altra parte, racconta ancora la donna, "in pochi giorni è già successo diverse volte. Anche per questo ho voluto raccontarlo, perché la gente faccia attenzione e non incorra nell'errore di lasciare la borsa. E perché, magari, in quel parcheggio possa essere messa una telecamera, così da stare più tranquilli". La donna ha subito allertato i carabinieri ed è anche andata in caserma a Santa Croce per fare denuncia.
Anche se, per fortuna, è riuscita a recuperare una parte delle sue cose. Non i soldi, ovviamente. In borsa aveva anche chiavi, medicine, occhiali e le cose che si tengono in borsa: tutte recuperate. "Intorno alle 18 un uomo che andava a passeggiare ha trovato la borsa per terra. L'ha aperta, ha trovato un documento e mi ha gentilmente contattata per riportarmi tutto". Tranne i soldi. Ma il gesto ammirevole del cittadino ha almeno permesso alla donna di non perdere tempo prezioso per rifare documenti, ricomprare occhiali e tutto il resto.  

 

Ultima modifica il Sabato, 13 Luglio 2019 18:59

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466