Cuoio in Diretta

conceria pelli"Non c'è il fermento che ci dovrebbe essere in questo periodo. Ma è anche vero che le cose negli ultimi anni sono un po' cambiate. Per esempio gennaio, storicamente un mese 'morto', è un mese in cui invece si lavora bene. In passato si lavorava forte a dicembre, poi gennaio era più tranquillo e a febbraio si ripartiva con l'estivo, adesso è tutto più omogneo. Però le Firme che finora hanno fatto lavorare il Distretto stanno rallentando". La situazione nelle concerie del Distretto produttivo di Santa Croce sull'Arno, secondo il segretario della Filctem Cgil di Pisa Loris Mainardi, "non è rosea. Ma non è neppure nera. Alcune concerie hanno finito l'invernale da un mese e alcune si stanno già concentrando sulle campionature di settembre. Molte, invece, sono in piena produzione".

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

di Giacomo Pelfer e Mirco Baldacci
ispettore lavoroPur con tutta la buona volontà, l'impegno e l'assoluta dedizione al proprio dovere, il dato numerico sulla probabilità di ricevere un controllo dall'Ispettorato del lavoro disegna un quadro impietoso. Per le forze umane messe in campo, infatti, ogni azienda potrebbe ricevere un controllo una volta ogni 20 anni circa, nella consapevolezza che, nello stesso lasso tempo, ovviamente, qualcuno potrà riceverne un paio o forse più, mentre molti altri non vedranno mai la faccia di un ispettore.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

calzaturiero mani lavoro 2È un'aria diversa quella che si respira fra le aziende del distretto. Rispetto allo stallo registrato tra maggio e giugno, qualcosa finalmente si muove, anche se il lavoro appare distribuito ancora troppo a macchia di leopardo, ma soprattutto legato a singoli e determinati articoli. È questa l'analisi di Loris Mainardi, segretario della Filctem Cgil di Pisa, sull'andamento del settore conciario al rientro dalla pausa estiva, nel periodo compreso fra lo stop d'agosto e l'apertura delle fiere di settore: quella di Parigi che apre i battenti proprio oggi (19, 20 e 21 settembre), ma soprattutto in vista di Lineapelle in programma a Milano dal 4 al 6 ottobre.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

42df0b5a-0385-4fdc-a07a-7df1cfcb9ba6"Le aziende del distretto di Santa Croce sono molto sensibili al tema sicurezza", lo precisa Loris Mainardi della Filctem Cgil dopo l'incidente sul lavoro di ieri (qui Incidente in conceria, esalazioni di acidi e composti dello zolfo. Sei intossicati, più grave il responsabile del reparto - Foto), il terzo (gli altri non sono avvenuti in conceria) di una settimana sfortunata.

Pubblicato in in Azienda

WP 20150323 005Un fondo pensione, uno di assistenza sanitaria integrativa e accordi su etica e legalità, da fermare nero su bianco e poi da far rispettare. Sono i tre punti principali della piattaforma unitaria per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori conciari che scade il 30 ottobre e che punta anche a un leggero aumento di salario e al miglioramento di qualche condizione esistente. Cgil, Cisl e Uil l'hanno varata nei giorni scorsi, confidando di presentarla all'Unione Nazionale Industria Conciaria prima delle ferie estive anche se per avere una risposta, probabilmente, ci sarà da attendere fino a dopo LineaPelle.

Pubblicato in in Azienda

social mediaI primi a destare preoccupazione, anni fa, erano stati i telefoni cellulari dotati di fotocamera, che avrebbero potuto benissimo immortalare informazioni sensibili o segreti aziendali. Oggi, invece, in un'epoca in cui i cellulari hanno smesso di essere dei telefoni per diventare delle piccole ma grandi "finestre" sul mondo, sono sempre di più i datori di lavoro decisi a mettere al bando gli smartphone all'interno delle proprie aziende.

Pubblicato in in Azienda

conceriePer le concerie del distretto è un fatto insolito. Ed è un segnale che non indica niente di buono. "Ci sono firme che a marzo hanno inviato una lettera alle proprie concerie di riferimento, dicendogli di prepararsi perché quest'anno faranno quattro settimane di ferie. Gli anni scorsi, invece, erano proprio le griffe a chiedere alle aziende di organizzarsi per restare sempre aperte". A raccontarlo è Loris Mainardi della Filctem Cgil, rendendo noti segnali che indicano un vistoso rallentamento da parte delle grandi griffe della moda, da sempre vero il motore trainante per le concerie toscane.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

calzaturiero 2I controlli ci sono ma non bastano. Troppo pochi per tenere sott'occhio la galassia di piccole e piccolissime aziende che caratterizza il comprensorio. Una galassia dove il confine tra legalità e illegalità, specie in tempi di crisi, finisce spesso per diventare sfumato. A dirlo è Loris Mainardi, segretario della Filctem Cgil pisana, che commenta così la recente scoperta di lavoratori in nero in due calzaturifici di San Romano gestiti da imprenditori cinesi. (leggi qui)

Pubblicato in in Azienda

calzaturiero 2L'ultimo caso è stato quello della Criloga, il calzaturificio nella zona industriale Fontanelle, nel comune di Montopoli, che dallo scorso venerdì ha ufficialmente chiuso l'attività. Trentadue le persone in mobilità, nonostante gli investimenti fatti pochi anni fa per un'azienda considerata da molti giovane e sufficientemente dinamica per tenere il passo del mercato. Invece non è bastato. Ma per il distretto calzaturiero del Cuoio si tratta solo dell'ultimo campanello dall'allarme, a testimonianza di un crisi costante che non sembra intenzionata a fermarsi.

Pubblicato in in Azienda
Giovedì, 12 Novembre 2015 15:51

Tfl, cercasi volontari disposti a licenziarsi

image6Gli esuberi restano ma su base volontaria, e soprattutto con un forte incentivo all'esodo. È quanto prevede l'ipotesi di accordo nella vertenza Tfl che coinvolge 6 dei 23 dipendenti della filiale castelfranchese.

Pubblicato in Castelfranco di Sotto
Pagina 1 di 2

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466