Cuoio in Diretta

Nido di rondine, a Smam Comune vieta la distruzione

Vota questo articolo
(2 Voti)

Nido di rondineA Santa Maria a Monte il Comune vieta la distruzione del nido di rondine, balestruccio e rondone. Per il rispetto e la tutela di queste specie protette.

Vista la normativa vigente, l'amministrazione comunale di Santa Maria a Monte ha visto la necessità di intervenire per la salvaguardia degli uccelli selvatici e migratori, come testimoniato anche dal "Progetto Rondine Euring" promosso su scala continentale e coordinato dall'Istituto nazionale per la fauna selvatica.
Considerato che le specie di avifauna Rondine (Hirundo rustica), Balestruccio (Delichon urbicum) e Rondone (Apus apus) sono specie protette su tutto il territorio nazionale, è vietato di distruggere, danneggiare o rimuovere i loro nidi. E il Comune fa un appello alla cittadinanza chiedendo rispetto e tutela.
È ammessa deroga al divieto nel solo caso di restauro e ristrutturazione di fabbricati, ma solo ed esclusivamente al di fuori del periodo di nidificazione (ossia dal 15 settembre al 15 febbraio di ogni anno).

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466