Cuoio in Diretta

Sicurezza, telecamere già attive su Ponticelli

Vota questo articolo
(1 Vota)

4e1a5509-1c0a-4736-ae54-c903d26ee0f2 NEWQuattro telecamere già attive a Ponticelli per la sicurezza, in un unica postazione situata sulla piccola rotatoria proprio di fronte alla Coop. E' il risultato del del finanziamento messo a disposizione dalla Regione Toscana per la sicurezza nei comuni.

“Sistema di sorveglianza che nasce dalla necessità di aumentare sicurezza del territorio – dice la comandante della stazione locale della Polizia Municipale Francesca Meucci, che ha presentato il nuovo sistema di sorveglianza insieme alla sindaca Ilaria Parrella, al comandante dei Carabinieri di San Miniato Gennaro Ricciardi, al maresciallo dell’Arma Orazio Arria e al comandante della Guardia di Finanza Roberto Scafetta. – Via Francesca bis,  Francesca e strada provinciale 66, nel punto in cui si incontrano a Ponticelli, rappresentano uno snodo fondamentale della viabilità del comune. Per un'altra eventuale futura postazione stiamo pensando a Montecalvoli, all'ingresso del comune”.

Progetto incluso poco più di un anno fa fra quelli delle 63 amministrazioni assegnatarie del contributo della Regione Toscana per finanziare l’acquisto e l’installazione di sistemi di videosorveglianza sul proprio territorio, per uno stanziamento complessivo che in tutta la regione ha speso sulla sicurezza circa 1milione e 522mila euro. Le telecamere di Ponticelli, finanziate per 20mila euro, sono già collegate con due postazioni, alla municipale e alla stazione locale dei Carabinieri, dalle quale sarà possibile monitorare la viabilità con un programma avanzato di riconoscimento delle targhe"Le taghe vengono riconosciute totalmente o parzialmente mano a mano che passano le auto - spiega la comandante. - Ogni qualvolta di fronte alla telecamera passa una targa preventivamente inserita in alcune nostre black list veniamo avvertiti. Le immagini, come da normativa in vigore, sono registrate e mantenute per 7 giorni. Grazie ad un'installazione preceduta da un passaggio formale con la Prefettura, a cui è seguita la stipula di un patto fra forze dell'ordine, le immagini sono a disposizione anche di Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza". 

Nilo Di Modica

Ultima modifica il Mercoledì, 16 Maggio 2018 16:37

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466