Cuoio in Diretta

Consulte, Tar accoglie il ricorso ma il problema è il regolamento

Vota questo articolo
(2 Voti)

714bde0c-ea09-46d3-b415-e0ad265c6969Il ricorso è stato accolto: il Tar della Toscana ha rinvenuto la illegittimità, però, non degli atti amministrativi con i quali il comune di Santa Maria a Monte ha rinvenuto la loro incandidabilità, quanto della norma regolamentare che aveva disciplinato le regole di candidatura alle Consulte. Oggi 21 marzo è arrivato l'esito del tribunale amministrativo che ha accolto il ricorso presentato da Fabio Antichi e Claudio Remorini, i quali avevano lamentato di non essere stati ritenuti candidabili alle elezioni delle Consulte di Località, indette per il giorno 10 marzo 2019.

"Gli uffici comunali - spiega ora la sindaco Ilaria Parrella - che hanno redatto le liste elettorali escludendo Antichi e Remorini in quanto incandidabili, hanno assunto atti legittimi perché doverosamente applicativi di un regolamento vigente dal 2013 ed efficace. Il Tar ha giudicato errato quel regolamento, nella parte in cui dispone la incandidabilità alle Consulte di coloro che si siano candidati a sindaco o a consigliere comunale nel quinquennio precedente. Questa Amministrazione ne prende atto ma è doveroso chiarire quanto segue. La norma del regolamento sulla incandidabilità dei non eletti in consiglio comunale trovava ragione nella volontà di riservare la formazione delle Consulte a cittadini non politici, ai quali si voleva garantire uno spazio partecipativo di natura squisitamente civica e non partitica. Questa regola, oggi combattuta da Antichi e Remorini, era stata approvata all'unanimità da tutte le forze presenti in Consiglio comunale nel luglio 2013. E tutte vuol dire tutte, anche quelle nelle quali militano Antichi e Remorini, che con il loro ricorso, per un verso, hanno contraddetto le scelte dei loro predecessori, per l'altro, hanno demolito una regola condivisa che premiava la volontà partecipativa dei semplici cittadini, impedendo ai politici di occupare anche i seggi delle Consulte di località. Per parte sua questa Amministrazione continuerà a credere nella opportunità di far spazio ai cittadini non politici, sollecitando la candidatura alle Consulte di persone senza bandiere e spinte dal senso civico e partecipativo".

Ultima modifica il Giovedì, 21 Marzo 2019 19:47

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466