Cuoio in Diretta

Casolare criminale: droga, un pugnale e armi “fantasma”

Vota questo articolo
(3 Voti)

ad7300e0-bdf2-4d08-9a69-e4e52d320545Hanno trovato più di 6 etti di droga e una quantità di armi da fare invidia a un'armeria. Il ritrovamento, nel pomeriggio di ieri 19 giugno in un casolare di Santa Maria a Monte, lo hanno fatto i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pontedera con l'ausilio del nucleo cinofili di Pisa San Rossore. I militari erano impegnati in uno specifico servizio antidroga quando hanno localizzato e arrestato un uomo di 30 anni all'interno del casolare agricolo, nei pressi della chiesa di San Sebastiano, nel centro del paese.

Nel casolare, i carabinieri hanno trovato un panetto di mezzo chilo di eroina, diversi involucri con 114 grammi di cocaina, materiale idoneo al peso e confezionamento della droga compresi una pressa, un dispositivo termico per realizzazione di involucri sottovuoto e una bilancia digitale, con evidenti tracce di cocaina e una somma di 565 euro, ritenuta provento dell'illecita attività. Non è escludo che l'uomo si servisse di piccoli spacciatori per vendere al dettaglio la merce. 
Oltre al materiale connesso all'attività di spaccio, la brillante operazione ha permesso di rinvenire e sequestrare un vero e proprio arsenale di armi e munizioni. In casa l'uomo aveva infatti una pistola di costruzione artigianale, modificata in una calibro 380, completa di caricatore con 6 cartucce, una pistola semiautomatica marca beretta calibro 7.65 con matricola abrasa, una pistola semiautomatica marca browning's colt senza matricola, un revolver di fabbricazione statunitense calibro 6.35 con tamburo con 5 colpi e senza matricola, un revolver di fabbricazione tedesca con tamburo da otto colpi e senza matricola, due pistole a salve cariche e senza il tappo di sicurezza, munizionamento di vario calibro per complessivi 310 proiettili, un pugnale della lunghezza di 30 centimetri. Al termine delle formalità di rito, l'arrestato è stato accompagnato nella casa circondariale di Pisa, mentre sono in corso gli accertamenti in merito al materiale rinvenuto, ritenuto di grande importanza dal punto di vista investigativo. In particolare, esami sulle pistole dovranno rivelare se sono state usate, magari per compiere reati o regolamenti di conti.

Ultima modifica il Venerdì, 21 Giugno 2019 14:03

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
http://www.comune.santamariaamonte.pi.it/news.php?id=3169
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466