Cuoio in Diretta

marco-belinelli-italia-lgsDopo 13 anni di lunga attesa, la nostra Nazionale di basket è finalmente riuscita a conquistare la qualificazione ai prossimi Mondiali che dal 31 agosto al 15 settembre si giocheranno in Cina. C'è grande attesa attorno al gruppo azzurro, anche perché il nostro quintetto sembra avere tutte le carte in regola per sognare in grande. Coach Sacchetti, pertanto, dovrà essere bravo a dare fiducia ed equilibrio ad un gruppo che in passato ha spesso lasciato intendere di poter compiere l'impresa, salvo poi perdersi sul più bello.

Pubblicato in Sport

Il tennis certamente non spicca come uno degli sport in cui gli italiani riescono a brillare a livello storico. In effetti, nonostante la grande tradizione degli azzurri a livello sportivo in una serie di discipline, lo sport che si gioca con la racchetta e su diverse superfici non ha mai visto nessun italiano elevarsi al di sopra di tutti i suoi rivali a livello planetario, cosa che invece è accaduta in sport come il calcio, lo sci o la scherma. Tuttavia negli ultimi anni una serie di talenti nati nel Belpaese ha dato mostra delle proprie abilità sui principali campi del circuito ATP, quello professionistico del tennis mondiale. Dopo l'unica vittoria della Coppa Davis nel 1976, l'Italia è stata per lo più rappresentata a grandi livelli da giocatori capaci di portare a segno degli exploit individuali e indimenticabili. L'ultimo in ordine di tempo è stato sicuramente Fabio Fognini, tennista nato a Sanremo 32 anni fa e vincitore dell'ultimo Master 1000 di Montecarlo dopo una cavalcata straordinaria nella quale aveva sconfitto persino un mostro sacro della terra rossa come Rafa Nadal in semifinale.

Dopo il grande exploit del Principato, Fognini ha dimostrato finalmente di cosa è capace. Da sempre notevole dal punto di vista tecnico, il sanremese è stato spesso però tradito dalla sua indole veemente e dalla sua poca pazienza dopo gli errori. Mentre si prepara agli US Open 2019, torneo nel quale secondo le scommesse Betfair sul tennis il grande favorito è Novak Djokovic, l'Italia tutta si aspetta un'altra bella prestazione del suo tennista di punta. Eppure Fogna, come lo chiamano gli amici, non è l'unico tricolore che si è spinto molto in avanti in tornei importanti negli ultimi tempi. Come dimenticare, infatti, l''exploit di Marco Cecchinato un anno fa al Roland Garros, quando ai quarti di finale sconfisse nientemeno che Djokovic in un incontro già nella storia del tennis italiano e mondiale. A 26 anni, il palermitano è una delle certezze del tennis all'italiana e potrebbe ancora regalare nuove emozioni da qui in avanti. L'aver raggiunto il sedicesimo posto del ranking ATP nel febbraio scorso è uno dei grandi motivi di orgoglio per un atleta indirizzato al sacrificio e alla dedizione come pochi. Dotato di un rovescio importante, Cecchinato è ormai uno dei fissi nelle convocazioni del capitano non giocatore Corrado Barazzutti per la Coppa Davis.

Chi invece è il futuro del tennis italiano è Lorenzo Sonego, torinese nato 23 anni fa che si sta affacciando adesso ai grandi palcoscenici. Il suo exploit più recente è senza dubbio la vittoria al torneo di Antalya, in Turchia, grazie alla quale è riuscito a rompere gli indugi e a piazzarsi al numero 46 del ranking ATP, il suo miglior piazzamento fino ad ora. Tra gli azzurri più in forma del momento non va dimenticato neanche Matteo Berrettini, ventitreenne romano attuale numero 20 del mondo, il quale guarda al futuro con l'entusiasmo di chi ha talento da vendere e può davvero realizzare il salto di qualità. 

Pubblicato in Sport

guardia di finanzaC'era anche un marocchino residente a Fucecchio, nell'organizzazione dedita al riciclaggio di denaro e alla gestione di banche abusive smantellata dalla guardia di finanza tra la notte appena trascorsa e la mattinata di oggi 23 ottobre. Il membro fucecchiese del sodalizio criminale che aveva il centro della rete operativa su Firenze, è stato raggiunto da una misura cautelare e, secondo gli investigatori delle fiamme gialle, rastrellava denaro nella zona per poi consegnarlo a uno degli sportelli della banca abusiva. Era, inoltre, uno dei corrieri che periodicamente portavano il denaro in Marocco dove l'organizzazione aveva altrettanti sportelli clandestini.

Pubblicato in Dalla provincia

italia in finaleL'ultima volta che è successo, Carlotta era solo una bambina. L'Italia del volley femminile arriva in finale, al termine di una partita estenuante, giocata per due ore. L'ultima volta - e anche la prima - era successo nel 2002. Domani 20 ottobre dalle 12,30, Carlotta Cambi e le ragazze dell'impresa Azzurra incontreranno la Serbia campione europeo, in un'altra partita che non si preannuncia facile.

Pubblicato in Sport

giro it vespaQuest’anno il Vespa Club de España torna ad affiliarsi al Vespa World Club, l'associazione che racchiude i club nazionali di tutto il mondo; per celebrare l’evento i Vespa Club I ribelli di Agrate Brianza e il Vespa Club Califa di Cordoba, gemellati da due anni, hanno organizzato un equipaggio misto per percorrere più di 4mila chilometri che uniscono Pontedera a Madrid, passando per Cordoba. Il viaggio unisce idealmente la fabbrica pontederese con quella della Moto Vespa di Madrid, che nel 1953 iniziò la produzione della Vespa su licenza della Piaggio.
I quattro centauri, due italiani e due spagnoli, sono partiti stamattina (18 settembre) dal Museo Piaggio di Pontedera: Andrea Nasisi e Augusto Gaudino del vespa Club I ribelli di Agrate Brianza rispettivamente con Vespa 300 Gts e Vespa 200 Gt e i due spagnoli Miguel Macias Chavez e Rafa Guerrero del Vespa Club Califa di Cordoba su Vespa TX 200 e Vespa PX 200.

Pubblicato in Dalla provincia

Russia-2018-ticketsGiovedì (14 giugno) prende il via l'evento più atteso dagli appassionati di calcio (e non soltanto): i Mondiali che in questa edizione si svolgeranno in Russia. Purtroppo dopo 60 anni, l'Italia dopo la sciagurata gestione del commissario tecnico Ventura non sarà presente e dunque si gusterà l'evento in maniera più distaccata, magari tifando per la nazionale dove ci sono i giocatori del nostro club del cuore.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli

venturabuffonQuell'evento che accado ogni morte di Papa, ecco, è successo. Dopo esattamente sessanta lunghissimi anni, una ricorrenza che tutti ci auguravamo non scadesse, ma è successo. L'Italia viene eliminata nello spareggio dalla Svezia, alla Scala del Calcio e non si qualifica ai Campionati del Mondo in Russia, in partenza fra un mese e mezzo. Non che li avremmo potuto vincere, nemmeno lontanamente pensare o sognare, ma certo è che seguire queste tappe di avvicinamento alla kermesse che tutti da bambini sogniamo consapevoli di non poter tifare azzurri, somiglia tanto ad una via crucis.

Pubblicato in Sport

orologio ora solareSegnatevelo sul calendario: lancette indietro di un'ora nella notte fra sabato e domenica. Torna infatti l'ora solare, che ci accompagnerà fino al 26 marzo 2017. Gli italiani godranno così di un'ora in più di sonno, pagando lo scotto di vivere giornate con un'ora in meno di sole.

Pubblicato in Cronaca

squadraLa corsa all'oro sarà contro il Brasile. Questa notte la formazione carioca, a Rio, nel campo di casa, ha battuto la Russia per 3-0.

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 17 Agosto 2016 23:13

Rio 2016, Buti e il volley Italia in semifinale

volley rioButi c'è. Anche se, come il resto della squadra, ha un ritmo ancora da prendere quando inizia la partita contro l'Iran. Non una partita qualsiasi, ma la prima del volley azzurro ai quarti di finale delle olimpiadi di Rio de Janeiro.

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466