Carismi e Cna Grosseto, agevolare accesso al credito

Finanziamenti speciali a sostegno delle piccole e medie imprese associate a Cna Grosseto. Carismi ancora una volta a fianco di un’associazione di categoria del territorio toscano (leggi qui). Due linee di finanziamento per agevolare l’accesso al credito. E’ questo l’impegno della Cassa di Risparmio di San Miniato, grazie all’accordo siglato con l’Associazione di categoria di Grosseto.

Due promozioni che consentono alle aziende di avere tempi di risposta brevi, tassi vantaggiosi rispetto al mercato e condizioni privilegiate per l’apertura della pratica. Carismi Investimenti con Cna Grosseto prevede finanziamenti da 5mila a 30mila euro da 12 a 60 mesi per spese in investimenti direttamente collegabili all’attività da effettuare o effettuati negli ultimi 12 mesi. I tempi di delibera sono 20 giorni lavorativi dal ricevimento della documentazione e le spese di istruttoria sono ridotte del 50 per cento dello standard. Carismi Scorte con Cna Grosseto ha invece un importo da 5mila a 20mila euro per l’acquisto di scorte, con una durata che va dai 6 ai 24 mesi. Anche in questo caso i tempi di delibera sono di 20 giorni lavorativi e le spese di istruttoria ridotte del 50 per cento rispetto allo standard.
“Lo scopo di questi accordi – afferma il vicedirettore generale Carismi, Silvano Piacentini – è quello di costruire o recuperare un rapporto basato su fiducia e trasparenza tra le banche e chi richiede il credito. Questo è il primo passo nella direzione di una ripresa economica perché le piccole medie imprese italiane hanno bisogno di contare sulle banche per ripartire, per investire, per crescere. Da parte nostra c’è tutta la volontà di dare una mano a chi ce lo chiede ma dobbiamo essere certi che i progetti presentati siano rispondenti alla realtà; in questo modo giochiamo a carte scoperte e i risultati non tarderanno ad arrivare.
A giudizio di Riccardo Breda, presidente di Cna Grosseto: “Un’organizzazione come la Cna, che associa in provincia di Grosseto oltre duemilacinquecento imprese e ne amministra più di mille, può essere assunta dal sistema bancario come un interlocutore privilegiato. Il bagaglio di conoscenza e di informazioni di cui dispone la nostra associazione, rappresentano l’elemento fondamentale per ricostruire un rapporto di fiducia e trasparenza tra banca e impresa. La ricostruzione di un rapporto di “reciprocità” sarà decisivo anche ai fini della ripresa economica e produttiva. Non dimentichiamo che le imprese che si rivolgono alle banche per investire e per crescere costituiscono, per queste ultime, il mercato di riferimento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.