Vince la controversia, il comune paga 17mila euro

Il comune perde la casua e deve risarcire con oltre 17mila euro una cittadina che abita in un appartamento confinate con il palazzo municipale. La donna nel 2008 aveva fatto causa all’ente perchè nella sua abitazione c’erano delle infiltrazioni d’acqua.

Inoltre l’inquilina lamentava una rumorosità eccessiva proveniente dall’appartamento sopra il proprio. Le perizie effettuate dai tecnici hanno rilevato che le infiltrazioni erano causate da alcune perdite nelle tubazioni. I rumori molesti invece erano dovuti all’insonorizzazione non adeguata dell’appartamento. Dopo varie resistenze e rinvi nel corso degli anni, il Comune dovrà risarcire la donna: nei 17.500 euro previsti a titolo di indennizzo sono comprese anche le spese legali e i lavori di riparazione. Il sindaco Giulia Deidda aveva ereditato la causa legale dalla precedente amministrazione comunale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.