Coldiretti Pisa: “Aziende agricole in ginocchio”

Si contano i danni all’agricoltura dopo il maltempo. Sono state danneggiate le coperture di numerose serre a San Miniato e nei comuni limitrofi. Strutture agricole scoperchiate, olivi e alberi da frutto sradicati, vigneti e silos piegati e pesantissimi danni all’orticoltura con le raffiche di vento che hanno strappato i prodotti prossimi per la raccolta. E’ questo il bilancio della Coldiretti Pisa.

“Sono centinaia le attività paralizzate – si legge in una nota – in tutta la provincia. La mancanza di energia elettrica sta provocando preoccupazione per la conservazione del latte ai caseifici e dei prodotti freschi così come agli agriturismi. Danni e situazioni di disagio si registrano per stalle e cantine”. Secondo i dati Isac Cnr è stato un inverno piovoso ma mite, con il 36 per cento di precipitazioni in più rispetto alla media, con temporali violenti che hanno provocato frane e alluvioni. “Cambiamenti climatici sempre più frequenti si abbattono su un terreno sempre più fragile per il consumo di suolo e si manifestano anche con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense e un maggiore rischio per gelate tardive”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.