Centro commerciale Coop, Gabbanini: “Nessuna richiesta al Comune”

“Al momento in Comune non c’è niente, nessuno ci ha fatto pervenire alcuna richiesta di ampliamento o di nuove costruzioni”. Il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini non ha mezzi termini a poche ore dalla riunione con i rappresentanti dei Centri commerciali naturali in programma per lunedì alle 21 a San Miniato, per parlare della possibile trasformazione della Coop di San Miniato basso in un centro commerciale Unicoop.

“I commercianti possono stare tranquilli almeno per ora, perché a noi non è arrivata nessuna richiesta di trasformazione. E comunque sia – continua il sindaco – penso che l’ampliamento, se verrà fatto, riguarderà solo il punto vendita dei prodotti alimentari che al momento per il nostro regolamento urbanistico può passare dal 1.200 metri quadrati a circa 1.800, ma questa è solo una potenzialità, perché a noi amministratori non è stata depositata nessuna richiesta. Un domani se arriverà una richiesta valuteremo”.
Poi c’è la questione amministrativa e anche su questo Gabbanini è molto chiaro. “Personalmente sono contrario alla realizzazione di un centro commerciale Coop a San Miniato Basso, dove magari inserire fondi commerciale o altre attività, credo che avrebbe un impatto troppo forte sul tessuto economico. Questo è quello che spiegherò ai commercianti dei centri commerciali naturali, anche se capisco che siano preoccupati, ma questa volta, almeno per come stanno le cose adesso, possono stare tranquilli. Altra questione invece è quella del negozio a Ponte a Egola dove noi abbiamo finito gli iter urbanistici e tra una ventina di giorni credo che possano iniziare i lavori. Si tratta dell’ampliamento della Coop la Risorta, dove da 270 metri commerciali si passerà a 1.300. Questo intervento però è una questione totalmente diversa da un ipotetico centro commerciale a San Miniato Basso”.
Ma i commercianti sembrano già essere pronti a dare battaglia se le cose non stessero come dice il sindaco Gabbanini. Il timore di veder sorgere un centro commerciale Unicoop da parte dei commercianti comunque è molto, tanto che la presidente del centro commerciale naturale di San Miniato Alto Patrizia Manetti spiega: “Il commercio samminiatese è calato molto negli ultimi tempi e la nascita di un altro centro di negozi non ci aiuterebbe a risollevare le sorti degli esercizi. Siamo contrari a una nuova apertura anche perché non vogliamo un altro scheletro privo di negozi per cui vengono spesi soldi inutilmente. Ci sono già esempi come il centro commerciale Castellonchio che quando venne costruito sembrava risolvere tutti i problemi dei negozi samminiatesi, invece molte attività del Centro hanno chiuso e alcuni fondi sono vuoti da anni”.

 

Gabriele Mori
Guido Fiaschi

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.