Bloccata nel sottopasso, carabinieri la salvano a nuoto previsioni foto

Più informazioni su

Era a bordo della sua auto, che non riusciva più a risalire da un sottopassaggio di San Frediano a Settimo. La pensionata si è sentita in trappola e ha cominciato a gridare aiuto.

Erano le 7 di oggi 24 agosto e tra le persone che hanno risposto alla richiesta di aiuto, due carabinieri, che si sono tuffati e, a nuoto, hanno estratto dal sottopasso ferroviario Franca, 72 anni. Ad aiutarli, un cascinese di 52 anni, Franco Ferrini. Nonostante la pioggia forte, la pensionata aveva imboccato il sottopasso quando l’auto è rimasta in panne e lei in balia dell’acqua che ha raggiunto in fretta quasi 5 metri di altezza. I due carabinieri si sono allora tuffati, ma la pressione dell’acqua ha impedito l’apertura degli sportelli dell’auto, che stava affondando dal cofano, con fuori dall’acqua soltanto il lunotto posteriore: i militari lo hanno sfondato e hanno estratto la donna da lì. La donna è stata trasferita al pronto soccorso ma le sue condizioni, al momento, non preoccupano.
A Cascina, in poche ore di pioggia, si sono accumulati notevoli quantità d’acqua che hanno provocato allagamenti in particolare nella zona di Navacchio, Casciavola, ansa dell’Arno e San Frediano. Secondo la protezione civile di Pisa, dalle 4 alle 7 sono caduti su Pisa 150 millimetri di pioggia. Numerose sono state le telefonate dei cittadini in comune sin dal primo mattino, per segnalare in particolare strade allagate e interruzioni nell’erogazione dell’energia elettrica. Allagamenti sono stati segnalati in via di Borgo, via Carraia, via Berretta, via Soldaini, via Gagarin, via Cammeo, via Guelfi, via 2 giugno, via Primo maggio, via Vecchia Fiorentina, via Berlinguer, via Bachelet, via De Nicola, via Macerata, via Piastroni, via Corsica, via 8 marzo, via delle Poggere, via Di Pastore. Interruzioni elettriche e allagamenti sono stati segnalati a San Lorenzo alle Corti, a San Lorenzo a Pagnatico, a San Casciano. Nelle prime ore del mattino anche in comune è saltata la luce e i telefoni sono stati per un po’ senza funzionare. Sono stati chiusi al traffico i sottopassi carrabili di via Moggi a Visignano, di via Macerata a San Frediano e di Marciana e i sottopassi ciclopedonali di via Sant’Ilario e di Navacchio. Cascina ha reagito all’emergenza istituendo il Centro operativo comunale previsto dalle procedure di protezione civile. Dalle 7 di stamattina, tre squadre di due operai ciascuna hanno iniziato a muoversi sul territorio per transennare le strade allagate e liberare pozzetti per consentire all’acqua di defluire meglio. Oltre alle squadre del comune sono state attivate squadre dell’associazione La racchetta, della Croce rossa, della Misericordia di Cascina e della Misericordia di Latignano. Il comune ha poi messo a disposizione sacchi di sabbia per chi ne ha bisogno, che possono essere ritirati al magazzino comunale, in via di Canneto, in fondo a via della Repubblica.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.