Tartufo, San Miniato in mostra anche in aeroporto foto

Il tartufo bianco pregiato è quello di San Miniato. Che, nonostante la forte identità territoriale, vuole guardare lontano. Succede così che l’edizione numero 45 della Mostra mercato nazionale del tartufo di San Miniato, dopo essere stata presentata nella sede della Regione Toscana, fa scalo anche all’aeroporto Galilei di Pisa.

Quattro temi per quattro weekend, che crescono, però, intorno al tartufo e agli altri prodotti della terra, che hanno fatto grande l’enogastronomia toscana e che raccontano il territorio, con il sapore e la terra a fare da collante. Questa mattina 27 ottobre, a Pisa c’erano Gina Giani, amministratore delegato di Toscana Aeroporti, il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini, l’assessore Giacomo Gozzini, l’assessore Andrea Serfogli in rappresentanza del comune di Pisa, oltre ai presidente e vice di San Miniato Promozione Delio Fiordispina e Cesare Andrisano. Tante piazze e altrettante declinazioni, qulle presentate, ma per un unico grande protagonista: San Miniato e il suo tartufo che riempiranno vie e piazze, per il più grande laboratorio del gusto a cielo aperto d’Italia, dove buongustai e visitatori si incontrano per apprezzare le eccellenze dell’enogastronomia. Vino, olio, salumi, dolci, formaggi a fare da contorno al tartufo, negli stand di oltre 120 espositori presenteranno le eccellenze enogastronomiche locali, della Toscana e di tutta Italia. Piazza del Seminario ospiterà ancora una volta l’Officina del Tartufo, curata da Cesare Andrisano, dove verranno preparati piatti al tartufo a cura di circa 40 importanti chef nazionali e internazionali. Personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura verranno insigniti del riconoscimento di Ambasciatore del Tartufo di San Miniato. “Le novità di questa edizione – spiegano Delio Fiordispina e Cesare Andrisano, presidente e vicepresidente della Fondazione San Miniato Promozione – riguarderanno principalmente i contenuti culturali che caratterizzeranno la Mostra. Nell’evento di San Miniato vi saranno importanti iniziative collegate al centenario dalla nascita dell’artista Alberto Burri, curate dall’Istituto del Dramma Popolare e altri eventi collegati alla ricorrenza dei novecento anni dalla scomparsa di Matilde di Canossa, figura importante anche nella storia di San Miniato”.

 

“Siamo soddisfatti del lavoro impostato anche quest’anno sul territorio comunale – aggiungono il sindaco Vittorio Gabbanini e l’assessore al turismo Giacomo Gozzini -. San Miniato e il suo territorio sono sempre di più Città del tartufo tutto l’anno. Le iniziative sono cresciute in quantità e qualità. Siamo sicuri che i visitatori, ancora una volta, non resteranno delusi di fronte alle eccellenze del territorio di San Miniato”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.