Castelfranco: piscina, la Uisp ricorre al Tar

 Potrebbe non essere indolore il passaggio del testimone nella gestione della piscina comunale di Castelfranco Di Sotto. Con un bando giunto a conclusione giorni fa, infatti, la gestione delle strutture è passata ad un’associazione temporanea d’aziende  composta dalle associazioni sportive dilettantistiche Acquasport di Terni, Blu Water e Imperium di Roma insieme al comitato provinciale pisano del Centro sportivo educativo nazionale (leggi anche: Castelfranco, nuova gestione per la piscina). La Uisp Zona Cuoio però, titolare di una precedente gestione in proroga della piscina ed altra partecipante al bando, minaccia ora ricorso al Tar per “irregolarità nella procedura di selezione”. Ad annunciarlo il presidente della Uisp locale Alessandro Bessi. “Abbiamo già dato mandato al nostro legale e ci faremo valere in quella sede”. Sulla cifra di circa 12mila euro prevista nel bando da dare alla Uisp, vecchia gestione, a parziale restituzione dei soldi spesi nel 2015 per i danni del maltempo di marzo, Bessi aggiunge: “se il passaggio di gestione fosse confermato credo che alla fine andremo a parare su quella cifra”. (ndm)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.