Legittima difesa, a Castelfranco si può firmare

A Castelfranco si può firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla legittima difesa e tutela del domicilio. Chi vuole firmare può farlo recandosi agli uffici anagrafe del comune di Castelfranco (o nel proprio di residenza) durante il normale orario di apertura. La legge di iniziativa popolare punta alla modifica degli articoli 614 e 55 del codice penale, riguardanti “misure urgenti per la tutela del domicilio e per la legittima difesa” ed è promossa dall’Italia dei Valori.

“I moduli – spiega il sindaco di Castelfranco Gabriele Toti – sono stati messi a disposizione quando il comitato proponente ha inviato il materiale occorrente e depositato presso i nostri uffici”. La proposta di legge punta a raddoppiare la pena per la violazione del domicilio e procedere d’ufficio “se il fatto è stato commesso per eseguire un delitto perseguibile d’ufficio”. La petizione chiede anche che “Colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimento di qualsivoglia danno subìto in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma” e che “Non sussiste eccesso colposo in legittima difesa quando la condotta è diretta alla salvaguardia della propria o altrui incolumità o dei beni propri o altrui nei casi previsti dal secondo e dal terzo comma dell’articolo”.  (sdp)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.