Paritaria Beata Diana Giuntini, buoni per 36 famiglie

Ben 36 famiglie di Santa Maria a Monte potranno beneficiare del buono scuola per la frequenza alla scuola dell’infanzia Beata Diana Giuntini per tutto l’anno scolastico 2016/2017.

“Il nostro ente – spiega la vicesindaco e assessore alle Politiche scolastiche Manuela Del Grande – ritiene fondamentale il ruolo svolto della scuola paritaria. Questa permette di garantire il diritto di godere di pari opportunità formative ed educative a tutti i bambini e le bambine, nelle fasce di età previste dalla normativa vigente”. Per questo l’assessorato alle Politiche scolastiche annuncia un altro importante sostegno al settore educativo, che continua a rimanere una delle nostre priorità malgrado i continui tagli a cui siamo sottoposti.
“Per assicurare l’accesso alla scuola dell’infanzia al più alto numero di aventi diritto – spiega ancora l’assessore -, pur in assenza dell’obbligo di frequenza, il comune di Santa Maria a Monte ha ottenuto dalla Regione Toscana un contributo finalizzato al sostegno delle famiglie per la frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie: i cosiddetti ‘buoni scuola’, per l’anno scolastico 2016/2017. L’amministrazione comunale ha deciso di integrare il contributo della Regione con fondi propri, stabilendo le fasce di Isee familiare come criterio per abbattere il costo della retta mensile di frequenza. È un modo per venire incontro ulteriormente ai bisogni delle famiglie che in questo particolare momento si trovano in difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.