Ambasciatori del tartufo nel segno della solidarietà – Foto foto

Sono circa una ventina, fino ad oggi, i personaggi insigniti del titolo di Ambasciatori del tartufo. Personalità dello spettacolo e del mondo dello sport, ma anche nomi legati al mondo della beneficienza e della ricerca, premiati all’insegna di San Miniato e del suo prodotto simbolo.

È il caos di Paolo Bacciotti, padre di Tommasino e fondatore dell’omonima fondazione impegnata nel sostegno alle famiglie di bambini colpiti da tumori. Una delle più belle realtà nel campo del sostegno e della ricerca, che si aggiunge al titolo di Ambasciatori del tartufo consegnato negli anni scorsi anche da Andrea Bocelli e al professor Franco Mosca, premiati entrambi per le rispettive fondazioni benefiche.
Per San Miniato è una vera e propria tradizione, ideata a promossa da Cesare Andrisano di San Miniato Promozione. Sei, solo quest’anno, i nuovi Ambasciatori del tartufo, tra i quali anche l’imprenditore Salvatore Madonna degli hhotel Byron di Forte dei Marmi e Plaza et de Russie di Viareggio: da sempre amico di San Miniato e della Sua Mostra mercato, Madonna si è speso in questi anni per portare gratuitamente, all’Officina del tartufo in piazza del Seminario, i propri chef stellati. Prima ancora era stato il turno dell’imprenditore Umberto Montano, ideatore del nuovo Mercato centrale di Firenze e di Andrea Balestri, interprete dell’indimenticato “Pinocchio” di Comencini, senza dimenticare la bandiera viola Giancarlo Antognoni, simbolo di Firenze e della Fiorentina ma soprattutto simbolo dei valori dello sport, seguito infine dalla redazione sportiva di “Platinum Calcio”.
«E una tradizione a cui teniamo e cha vogliamo continuare a portare avanti – spiega Andrisano – facendola vivere durante tutto l’arco dell’anno. Dopo i molti personaggi dello sport e dello spettacolo abbiamo voluto premiare anche la fondazione Bacciotti, andando a chiudere in questo modo una sorta di triade della solidarietà”. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.