Messa in sicurezza delle scuole, servono 124mila euro

Servirà soprattutto ai lavori di messa in sicurezza delle scuole medie Bandi di Santa Croce (qui Calcinacci in bagno, verifiche alla scuola Banti), necessari dopo il distacco di intonaci nei locali dei bagni del piano terreno, lato via Pisacane. Ma anche a interventi al plesso Mandela di Staffoli.

La giunta di Santa Croce sull’Arno ha approvato un progetto di manutenzione straordinaria che conta un investimento complessivo di 123.822 euro. I lavori sono stati ripartiti in tre fasi, in modo da non compromettere il normale svolgimento dell’attività didattica, che non si è mai interrotta (qui S. Croce, proseguono i lavori alla palestra della scuola Banti).
La prima fase dei lavori, la più urgente, è stata iniziata immediatamente ed è ormai in via di completamento e ha interessato la palestra grande, alcuni locali della scuola materna e i bagni. La seconda fase sarà realizzata durante il periodo delle vacanze natalizie e riguarderà il ripristino degli intonaci nella palestra grande, la realizzazione di controsoffitti certificati antisfondellamento nei locali al momento interdetti, la demolizione e rifacimento dei controsoffitti di alcuni bagni e la rimozione delle coperture in cemento amianto di alcune zone sia del plesso di Santa Croce sia di quello di Staffoli.
La terza fase, che prenderà avvio nei prossimi mesi, riguarderà la sostituzione dei vetri danneggiati e la messa in sicurezza con pellicolatura degli altri più vetusti. Saranno, inoltre, controllate le plafoniere ai soffitti, in modo da rimuovere eventuali situazioni che potrebbero diventare pericolose e sarà fatta una valutazione sulle centrali termiche per assicurare che anche queste rispondano alle nuove norme di sicurezza.
I lavori sono stati finanziati con una variazione di bilancio eseguita durante l’assestamento di novembre, grazie all’assegnazione di spazi finanziari da parte del governo e grazie a una nostra partecipazione al bando per la richiesta pubblicato nel mese di aprile.
“Aver virtuosamente risposto al bando – spiegano la sindaco Giulia Deidda e l’assessore ai Lavori pubblici Elisa Bertelli – ci ha permesso di avere a disposizione le somme necessarie per rispondere all’emergenza, cosa che in questo periodo dell’anno poteva non essere scontata. Gli edifici scolastici sono per noi una priorità, continueremo a tenere alta l’attenzione sulle opportunità di finanziamento e a investire quanto più possibile in manutenzioni per garantire ai nostri ragazzi edifici al pari della qualità dei servizi che eroghiamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.