S.Miniato, strumentalizzazioni sul Capodanno

Più informazioni su

Qualcuno si è voluto prendere gioco de Cuoio in Diretta, del sindaco Vittorio Gabbanini, dell’amministrazione comunale, di Donato Galasso San Miniato Poromozione e non ultimo, insieme a noi forse il più danneggiato, Marco Freschi.

Questa mattina alle 9,35 abbiamo ricevuto una mail nella posta di redazione inviata da una persona che si è appropriata in modo ingannevole dell’identità di Marco Freschi. Cavalcando nella mail rumors di paese, chi scriveva si è scagliato contro il sindaco e l’amministrazione comunale e contro Donato Galasso per gettare discredito e gravi accuse strumentalizzando il nostro giornale. Niente di tutto quello che è stato erroneamente pubblicato è vero.

Noi, nel nostro esercizio dell’attività giornalistica, pur non riuscendo a rintracciare nell’immediato Marco Freschi, pur avendo la conferma della veridicità putativa della mail, abbiamo cercato di verificare la notizia con altre fonti confidenziali, dalle quali c’è stato detto che, pur non essendo a conoscenza di questa mail, manifestavano lievi perplessità sull’organizzazione del concerto di Capodanno, senza peraltro però accusare il sindaco Gabbanini o Galasso, ritenendo che il concerto sarebbe piaciuto di più in piazza del Popolo. Avuto conferma di una veridicità putativa della presunta polemica, abbiamo cercato di pubblicare solo le parti che a noi sono sembrate una legittima, per quanto non condivisa, protesta di operatori economici di San Miniato.

Raggiunto telefonicamente Marco Freschi abbiamo appreso che non era lui l’autore di questa mail, ma ignoti che si sono in qualche modo appropriati della sua identità costruendo un account ad hoc per strumentalizzare il Cuoio in Diretta in un attacco ingiustificato, visti i contenuti non pubblicati della mail, al sindaco, a Donato Galasso e all’amministrazione comunale san miniato promozione. Noi abbiamo proceduto tempestivamente a ritirare la pubblicazione in questione. Portiamo i lettori a conoscenza di quanto accaduto perché è giusto che chi ha inviato questa mail appropriandosi dell’identità altrui e strumentalizzandoci sia perseguito dalla legge. Ovviamente risultando false le righe pervenuteci invitiamo i lettori a non tenerne di conto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.