Sicurezza, 9 telecamere a Montopoli entro primavera foto

Sono in tutto 9 le telecamere che entro primavera arriveranno nel comune di Montopoli. Nove occhi elettronici, che saranno acquistati a breve grazie al cofinanziamento ottenuto con il bando della Regione per la videosorveglianza. Un’opportunità che l’amministrazione montopolese è riuscita a sfruttare, classificandosi al 41esimo posto su un totale di 73 Comuni partecipanti, attraverso un progetto da 32mila euro (oltre Iva) per il quale la Regione ha già girato al Comune un contributo da 20mila.

Il progetto
Nove, come detto, le telecamere che saranno acquistate nei prossimi giorni, di cui 6 fisse e 3 mobili, pensate sia in un’ottica di sicurezza, sia come strumento contro l’abbandono di rifiuti. “Un ottimo progetto – lo definisce l’assessore alla polizia municipale Roberto Marzini –. Un progetto, concordato fra Polizia Municipale e Ufficio ambiente, che ci ha permesso di mettere alle nostre spalle anche diversi Comuni importanti. Devo ringraziare la comandante della municipale e il dirigente dell’Ufficio ambiente perché è stato fatto un lavoro enorme in poco tempo. È giusto riconoscere quando la macchina comunale funziona bene”.

 

Dove saranno posizionate
Delle 9 telecamere, ben 5 saranno destinate alla zona della stazione a San Romano. La prima, mobile, sarà utilizzata sul lato principale, quello di via Cavour, da impiegare in particolare all’ingresso del sottopassaggio. Le altre 4, tutte fisse, saranno invece installate in vari punti fra piazza Terracini e i lungarni.
Altre 3 telecamere andranno a sorvegliare lo svincolo FiPiLi a Capanne, di cui 2 fisse e 1 mobile. Quelle fisse saranno posizionate nei pressi del ponte sul fiume Chiecina, anche per controllare i veicoli in transito verso la Palaiese. Un’altra, mobile, potrà essere impiegata in vari punti dello svincolo, sia per il controllo della viabilità sia contro l’abbandono di rifiuti.
“Una terza ed ultima telecamere mobile – spiega l’assessore – sarà usata come una sorta di jolly sul resto del territorio comunale. A breve ci incontreremo con i tecnici per individuare in modo preciso le varie postazioni”.

Tempi e costi
“In questo momento – aggiunge Marzini – stiamo definendo il progetto definitivo, che dovrà poi passare dalla commissione e dal consiglio comunale. Una volta acquistati gli apparecchi apriremo una gara per l’installazione. Prima che le telecamere siano operative, quindi, serviranno almeno un paio di mesi”. Complessivamente il progetto ammonta 32.409 euro (più Iva), di cui 20mila stanziati dalla Regione e il resto a carico del Comune che ha già stanziato la somma nel bilancio di previsione.

L’applicazione per dialogare con i cittadini
Fra i Comuni del Cuoio, Montopoli sarà quello che otterrà in un colpo solo il maggior numero di telecamere. Ma sarà anche quello che introdurrà uno strumento innovativo di dialogo fra amministrazione e cittadini. Nel progetto presentato in Regione, infatti, è prevista la creazione un’apposita applicazione, che sarà scaricabile da tutti i dispositivi Ios o Andorid. Uno strumento con il quale ogni cittadino potrà segnalare agli uffici comunali situazioni di degrado o rifiuti abbandonati sul territorio, ma che fornirà al tempo stesso anche tutte le informazioni utili del Comune: dai servizi agli eventi, dalle informazioni turistiche alle comunicazioni. “Un elemento innovativo – dice Marzini – che ci ha permesso di ottenere un punteggio in più nella graduatoria del bando”. 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.