Poste, recapito a giorni alterni da febbraio

Più informazioni su

Il postino, di sicuro, continuerà a suonare sempre due volte. Solo che con meno frequenza. Dal 6 febbraio, infatti, la posta sarà consegnata a giorni alterni, nell’ottica di una razionalizzazione dei servizi ma anche perché le lettere sono un romantico ricordo quasi per tutti.

L’implementazione del nuovo modello di recapito a giorni alterni (Fase III), è già stato avviato, in alcune località, da ottobre 2015 (Fase I) e, in altre, da aprile 2016 (Fase II), per la Toscana nelle sole province di Arezzo e Prato.
Dal 6 febbraio saranno coinvolti alcuni comuni delle province di Lucca, Massa e Pisa, mentre per i comuni appartenenti alle province di Firenze 2, Grosseto, Pistoia, Siena e Terni saranno rese note successivamente le tempistiche di implementazione.
Lo fa sapere la Federazione autonoma italiana lavoratori postetelegrafici. “Nonostante resta aperto lo scontro – spiega il sindacato – culminato con lo sciopero generale del 4 novembre, le Poste Italiane (complice anche la posizione più morbida di alcune organizzazioni sindacali come Uil) intende dare avvio della terza fase di implementazione del progetto recapito a giorni alterni, fase che coinvolgerà gradualmente le province toscane. L’azienda si conferma totalmente incurante delle rivendicazioni e delle proposte tese ad apportare sostanziali correttivi al progetto, dopo gli esiti negativi denunciati nella riorganizzazione dei territori già implementati ed è chiaramente intenzionata ad alimentare lo scontro sindacale”.
Tra i comuni coinvolti della provincia di Pisa ci sono Castelfranco di Sotto, Montopoli Val d’Arno, San Miniato, Santa Maria a Monte. E, poi, Bientina, Buti, Calci, Capannoli, Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Castellina Marittima, Castelnuovo Val di Cecina, Chianni, Crespina Lorenzana, Fauglia, Guardistallo, Lajatico, Montecatini Val di Cecina, Montescudaio, Monteverdi Marittima, Orciano Pisano, Palaia, Peccioli, Pomarance, Riparbella, Santa Luce, Terricciola, Vecchiano, Vicopisano e Volterra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.