CSI Ponsacco, cadavere e sangue in strada per fare pratica foto

Una donna cammina da sola in una strada desolata. Poco più indietro un tipo losco la segue: ha una pistola. E’ iniziata così la giornata a Ponsacco stamani, prima che il suono delle sirene annunciasse al mondo l’avvenuto delitto. L’intera scena del delitto però è finta, ricreata ad arte in occasione del primo appuntamento “pratico”, sul campo, del corso per diventare esperti criminologi organizzato dall’agenzia Afram.

Il corso, primo del suo genere in Toscana, è accreditato anche dall’Ordine degli avvocati di Pisa e in termini formativi vale 20 crediti, inoltre è riconosciuto dall’associazione internazionale di Giuristi – Elsa di Pisa. Dopo la prima lezione teorica avvenuta ieri, nella mattina di oggi gli oltre 30 partecipanti al corso si sono ritrovati insieme ai formatori appena dietro i locali della rsa Gianpietri per esaminare la scena del “delitto”. Presente, fra gli altri, anche il direttore scientifico del corso Piero Iafrate, docente all’Università di Cassino, studioso esperto di pedofilia e parafilie e membro dell’associazione Rete Sicura. “Una “messa in scena” alla maniera dei film, ma molto utile ad analizzare attentamente il luogo e lo spazio nel quale si è consumato un crimine, dove si nascondono informazioni e tracce importanti per l’individuazione dell’autore” spiega Iafrate. “Il criminologo Antonio Di Dio, già appartenente ai Ris, mette a disposizione dei discenti tutta l’attrezzatura utilizzata dagli addetti ai lavori. Si parte dalle prime tracce, passando per il profilo psicologico e comportamentale di un criminale ancora sconosciuto. Un corso teorico e pratico che intende formare dei professionisti ad espletare le attività investigative e analisi socio-criminologiche sulla scena del crimine”. Una scena messa a punto in tutti i particolari, con tanto, anche, della partecipazione di forze dell’ordine.

Una scena che potrà ripetersi anche in futuro durante il corso e non solo, dato che già gli organizzatori pensano a replicare l’esperienza nei mesi prossimi dato l’alto interesse riscontrato da parte di tanti professionisti, come avvocati e professionisti, operatori delle forze dell’ordine, studenti di ogni facoltà, operatori del settore giudiziario, investigatori, medici, psicologi, giornalisti, operatori sanitari (in particolare chi opera nell’emergenza-urgenza e settori affini), infermieri forensi, operatori del sociale, assistenti sociali e in generale a tutte quelle figure che possono avere interesse ad acquisire competenze criminologiche. Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico 3314822137 o scrivere una mail all’indirizzo afram@afram.it 

Nilo Di Modica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.