Neodiplomati a raccolta al Checchi di Fucecchio – FOTO foto

Nei giorni scorsi, presso l’istituto superiore “A. Checchi”, si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi per l’anno scolastico 2015 – 2016. Una mattinata all’insegna del successo e della soddisfazione personale per i 90 ragazzi delle classi coinvolte dei vari indirizzi di studio. Gli studenti si sono visti riconoscere, con una cerimonia ufficiale, l’impegno dimostrato nel portare a termine con successo il proprio percorso formativo. La dirigente scolastica Daniela Mancini ha tenuto a sottolineare l’importanza di tale cerimonia, fortemente voluta e portata avanti da lei negli anni, come tradizione da tramandare e mantenere. Davanti alla cornice suggestiva e d’effetto proposta dall’indirizzo abbigliamento e moda, con i loro abiti realizzati ed indossati per l’occasione, la dirigente Mancini, e l’assessore alla scuola Emma Donnini, hanno entrambe messo in evidenza l’importanza del diploma, come traguardo importante per la vita di un ragazzo.

“Proprio oggi – ha ricordato l’assessore Donnini, rivolgendosi agli studenti – sono nati Indro Montanelli e Rita Levi Montalcini, due personalità forti e determinate che hanno portato avanti giorno dopo giorno, le idee ed il lavoro nel quale credevano. Spero che siano un’auspicio per la vostra vita e per il vostro futuro; in particolare mi auguro che la scienziata Rita Levi Montalcini sia per le ragazze un esempio da seguire, che le avvicini e le incentivi a credere nei percorsi scientifici, da troppo tempo settore a predominanza maschile”. I giovani, emozionati e felici, si sono conquistati uno ad uno il loro premio, l’attestato che riconosce loro la fatica del percorso, e che li autorizza ad entrare a far parte del mondo dei diplomati. Da questo momento per loro inizia la strada in salita, verso la scelta di un indirizzo universitario o lavorativo sul quale basare le proprie aspettative, speranze e costruirci sopra il proprio futuro. Una decisione importante, che determinerà il tipo di persona che intendono diventare e che darà loro modo di esprimere le proprie capacità e potenzialità al meglio. Questa è la vera speranza auspicata da tutti; professori, istituzioni, genitori e ragazzi, che oggi sia solo l’inizio di un avvenire fatto di nuovi traguardi tutti da vivere e scoprire passo dopo passo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.