Ancora ladri al bar di Villa, la vicina sventa il colpo – Foto foto

Più informazioni su

È successo di nuovo, nello stesso bar di appena sette giorni fa e con le stesse identiche modalità (qui Spaccata al bar: via soldi, sigarette e gratta e vinci). Stavolta i ladri non riusciti ad entrare, disturbati dalle urla dei vicini, ma hanno comunque distrutto la nuova porta a vetri che il titolare aveva appena sostituito.

“Ero in attesa dell’inferriata” racconta, mentre indica i colpi di mazza scagliata contro il vetro. Quindi colpi in tutto, probabilmente con una mazza acquistata da poco, nuovissima, come dimostrerebbero i segni di vernice rossa che l’attrezzo ha lasciato sul vetro. L’assalto è avvenuto intorno alle 2 di questa notte (10 maggio). Stavolta, però, i ladri non sono riusciti ad entrare dentro il bar “C’era una volta”, all’incrocio tra via Dori e via Ulivi, decidendo alla fine di desistere e di andarsene. Il frastuono dei colpi di mazza, infatti, ha svegliato la vicina che ha capito subito cosa stesse accadendo: la donna si è affacciata sul terrazzo cominciando ad urlare, mentre sulla strada è transitata in quel momento l’auto di due persone che stavano tornano a casa. A quel punto i malvimenti hanno preferito lasciar perdere, incamminandosi su via della Chiesa da dove erano venuti, esattamente come una settimana fa. Due le persone che hanno dato l’assalto al locale, entrambi con la testa coperta da un cappuccio, mentre un terzo complice li attendeva probabilmente in auto nei pressi della chiesa.
Per i proprietari del bar si tratta del terzo assalto in tre anni, di cui 2 concentrati in poco più di una settimana, dalla notte 2 a quella del 10 maggio. “A questi punti non cambio la porta finché non arriva l’inferriata – dice ancora in titolare -. Fino ad allora sarò costretto a dormire dentro il bar”.

Nilo Di Modica 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.