Cisterne nel parcheggio a S.Croce, il caso arriva in consiglio comunale

Le cisterne dell’ex distributore Agip di Santa Croce arrivano anche in consiglio comunale. Dopo le domande della Lega Nord e la risposta del sindaco Giulia Deidda, a tornare sul caso con un’interrogazione è la consigliere Antonella Meropini del gruppo “Ricostruiamo Santa Croce.

“Nella sua risposta – scrive la consigliera – il sindaco definisce una ‘castroneria’ le voci che circolano da parte di cittadini, limitandosi a fornire solo i motivi per cui i lavori sono fermi da diversi giorni, ma non senza rispondere alle domande riguardo l’occupazione del suolo pubblico di 2 cisterne blu nel parcheggio.
Da qui l’interrogazione, nella quale si chiede di conoscere “da quanto tempo esatto le 2 cisterne occupano lo spazio di entrambi i parcheggi, se la ditta proprietaria sta pagando il suolo pubblico, di sapere se eventualmente alla ditta è stata elevata qualche sanzione amministrativa per occupazione abusiva di suolo pubblico e se è stata pagata, nonché di sapere, nel caso in cui la ditta fosse esonerata dal pagamento del suolo pubblico, in base a quale articolo del regolamento Tosap”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.