Per un pugno di libri, sfida a Castelfranco fra ragazzi foto

Si è conclusa oggi la seconda edizione dell’iniziativa “Per un pugno di libri”, un gioco a premi rivolto alle classi prime delle scuole secondarie inferiori di Castelfranco e Orentano. La gara, organizzata dalla biblioteca comunale di Castelfranco di Sotto e ispirata alla famosa trasmissione televisiva di Rai Tre, consisteva in una sfida di conoscenze su uno stesso libro per ragazzi. Quest’anno i ragazzi dovevano prepararsi leggendo il volume Mio nonno era un ciliegio di Angela Nanetti, edito da Einaudi.

I match, dove a confrontarsi erano due classi per volta, vedevano gli sfidanti divisi in squadre in una gara “all’ultima pagina” per cercare di rispondere ad una serie di domande sul libro assegnato. Per i vincitori di ognuno dei tre appuntamenti (disputati il 10,15 e 19 maggio) il premio è stato l’equivalente di 100 euro in libri che andranno ad arricchire le biblioteche scolastiche dei due istituti partecipanti. Le squadre vincitrici, insieme ai loro insegnanti, sceglieranno e forniranno alla biblioteca gli elenchi dei libri da acquistare. “Quest’anno è stata riproposta per il secondo anno questa bella iniziativa che aiuta a invogliare i giovani alla lettura e li stimola nell’elaborazione dei testi e allo spirito critico – ha commentato il sindaco di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti, insieme all’assessore alla scuola Chiara Bonciolini – . È importante incentivare il confronto tra i ragazzi, in una sana competizione che si esprime sotto forma di gioco e divertimento. La lettura dei libri non devono essere vista dai giovani solamente come un compito per casa assegnato dagli insegnanti, ma come un tramite per conoscere più cose, crescere, emanciparsi”.

Il gioco a premi “Per un pugno di libri” non è che una delle tante attività organizzate dalla biblioteca comunale di Castelfranco per la stagione 2016/2017. Le iniziative sono partite ad ottobre 2016 con il percorso di aggiornamento per docenti sulla letteratura per l’infanzia “Al passo con i libri…” (all’interno del Festival della Lettura); proseguendo poi con l’inaugurazione della Sezione Ragazzi della biblioteca comunale di Orentano e la lettura animata rivolta alla scuola dell’infanzia di Villa Campanile. Ed ancora in programma molti laboratori per i ragazzi delle scuole, incontri con autori e il progetto “Visita alla biblioteca” con la visione di un cortometraggio per i bambini della scuola primaria. Non sono mancate letture ad alta voce per avvicinare le nuove generazioni al mondo dei libri, e in certi casi è la Biblioteca stessa che si è spostata al nido, grazie ad un allestimento di scaffali di volumi per l’infanzia all’Asilo Nido Comunale “Il Bruco”. Ci sono stati e ci saranno molti appuntamenti per incontrare con gli scrittori, sia di libri per ragazzi che di letteratura adatta a tutte le età. Rivolti alle scuole Primarie di Castelfranco e Orentano, l’incontro con Marco Innocenti, autore della serie di libri di avventura “Capitan Fox” (le classi prime e seconde), e con Anna Sarfatti, su temi legati alla Costituzione e alla legalità (per le classi quarte e quinte). Rivolto invece
alle classi terze delle Scuole Secondarie Inferiori di Castelfranco e Orentano, l’incontro con Andrea Gentile, con l’approfondimento sul suo libro Volevo nascere vento che racconta la vera storia di Rita Atria, ragazzina testimone di mafia e morta suicida dopo l’attentato di Capaci in cui perse la vita Paolo Borsellino, a cui lei si era molto legata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.