Giochi devastati dai vandali nel giardino dimenticato – Foto foto

Poca manutenzione e nessun controllo, ai quali si aggiunge l’opera di vandali che danno il definitivo colpo di grazia. Può essere riassunta così, secondo il consigliere Marco Rusconi della lista Ricostruiamo Santa Croce, la situazione dei giardini di piazza Padre Pio. Un luogo pensato per i più piccoli ma preso di mira da qualche incivile, come dimostrano le foto con le quali Rusconi testimonia la segnalazione raccolta da alcuni cittadini.

Foto che mostrano i giochi completamente vandalizzati, con lo scivolo privato dalla scala e di un pannello di protezione, ai quali si aggiunge secondo Rusconi un contesto generale di scarsa attenzione. “Purtroppo – dice – negli ultimi mesi ci siamo abituati a commentare lo stato di degrado nel quale versano i nostri giardini pubblici, spesso anche oggetto di atti di vandalismo da parte di persone che, evidentemente, non hanno di meglio da fare nel tempo libero. L’ultima segnalazione ci è pervenuta in queste ore da parte di cittadini che ci hanno mostrato la situazione di precarietà in cui versano i giardini di piazza Padre Pio che, da quanto ci è stato segnalato, hanno ricevuto il colpo di grazia in una di queste notti di mezza estate, quando alcuni vandali si sono divertiti a sradicare la scala di legno che serve per accedere allo scivolo per i bambini, rimuovendo anche una protezione laterale, rendendo così inagibile e pericoloso l’oggetto ludico in questione”.
“Facendo un giro in questo giardino – prosegue il consigliere – possiamo notare come, al di là del gesto gravissimo compiuto la scorsa notte, la manutenzione sia veramente inesistente: panchine rotte, giochi danneggiati e pericolosi, deiezioni di cani ovunque. Ci chiediamo se esistano o meno persone deputate al controllo di questi luoghi che, così come possiamo vedere, sono posti dove nessuno allo stato attuale porterebbe il proprio figlio a passare qualche ora di svago. Giocare all’aria aperta è importantissimo per i bambini, un diritto che non può essere condizionato dall’azione di qualche sconsiderato. Attraverso il gioco all’aria aperta si sviluppano socialità e apprendimento, al pari delle attività scolastiche racchiuse tra quattro mura. Inoltre l’attività motoria costituisce, per il bambino, un beneficio in termini di benessere psicofisico. Danneggiare le attrezzature e gli arredi dei giardini comunali è un reato che offende la dignità di una città civile e rispettosa”.
Per questo Rusconi torna a chiedere, anche per i giardini pubblici, l’installazione di un sistema di videosorveglianza: “Ci chiediamo come mai – dice – la nostra amministrazione si ostini a non voler intraprendere la strada già presa in altri comuni d’Italia dove, proprio per contrastare questi fenomeni di inciviltà sempre più dilaganti, sono stati attivati sistemi di videosorveglianza atti a tutelare il patrimonio pubblico, così come si combatte il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è infatti necessario combattere il fenomeno del vandalismo, anche come forma di rispetto nei confronti di quegli enti e di quei privati che, attraverso donazioni, hanno contribuito significativamente a riqualificare altri giardini presenti nel nostro territorio. Lasciare queste zone alla mercé di soggetti inqualificabili, significa vanificare gli sforzi di coloro che hanno contribuito alla riqualificazione e al decoro di queste zone”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.