Addio buche in via Ulivi, strada chiusa fino a ottobre

Un asfalto finalmente nuovo, insieme ad una carreggiata più larga e al potenziamento dei sottoservizi, in modo da poter portare l’illuminazione, in futuro, in una strada da sempre sottodimensionata rispetto alla sua importanza. Sono gli obiettivi dei lavori partiti ieri, 21 settembre, in via Ulivi a Villa Campanile, lungo la strada che collega la frazione castelfranchese con l’innesto della Romana Lucchese. Un cantiere che comporterà la chiusura completa della strada fino alla fine di ottobre.

Cinque settimane di disagi, quindi, anche se sarà comunque garantito l’accesso (nei limiti offerti dal cantiere) a residenti, scuolabus e mezzi di soccorso. Cinque settimane di lavori che alla fine, dopo anni di richieste e lamentale, consegneranno una strada più sicura e allo stesso più funzionale. “Le dimensioni della carreggiata non permettono di istituire un senso unico alternato – spiega il sindaco Gabriele Toti -. Sappiamo benissimo che questo creerà dei disagi, ma tutto è finalizzato al miglioramento della viabilità”. Il cantiere, infatti, è stato preceduto ad agosto da alcuni interventi preliminari alla rete del gas, ripresi in questi giorni nella parte più vicina alla Romana Lucchese. “Contemporaneamente – riprende il sindaco – il cantiere prevede anche di intubare un tratto di fossa lungo la strada, in modo da allargare la carreggiata, insieme alla sostituzione di un pezzo di acquedotto e al potenziamento della rete elettrica che corre sotto l’asfalto. In questo modo, via Ulivi sarà già predisposta per la futura installazione di lampioni”. Di conseguenza, sola una volta completati i sottoservizi si procederà al rifacimento completo dell’asfalto, da tempo segnato da buche e avvallamenti.
L’intervento rientra in un lotto di asfaltature, finanziate già nel 2016 dall’amministrazione comunale, per mettere mano alle tre arterie più disastrate del proprio territorio: dopo i lavori di via della Confina, completati poche settimane fa, il programma prosegue infatti con via Ulivi in attesa di mettere mano a via dei Tavi.
A commentare l’apertura del cantiere a Villa Campanile, non senza una buona dose di ironia, sono anche gli esponenti del movimento Cinque Stelle di Castelfranco: “Dopo molti falsi allarmi – scrivono – finalmente in questi giorni sono comparsi i primi cartelli ed i primi allestimenti di cantiere. Parte finalmente uno dei tanti lavori richiesti da tempo e a gran voce dai cittadini delle frazioni. Si tratta di un tratto di strada tra i più importanti e più trafficati della zona,di cui più volte era stata denunciato il pessimo stato, anche con i nostri comunicati. E’ inutile sottolineare che quella strada versava in condizioni disastrose tra buche e sconnessioni, ed è vero anche che ci sono ancora altre realtà che necessitano al più presto di un intervento di ripristino e manutenzione. Si tratta fra le molte di via Tavi, di via dello stadio, oltre a tanti tratti di marciapiede che ancora non vedono la cosiddetta luce in fondo al tunnel. Le prossime elezioni saranno tra un anno e mezzo. Per cui teniamo duro, sperando che il “santo asfalto elettorale” possa arrivare a dare lustro alle strade di tutto il nostro comune”.

Giacomo Pelfer

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.