Castelfranco-Staffoli, pulizia straordinaria in aree sosta foto

Una grande quantità di rifiuti di ogni tipo è stata rimossa sabato (23 dicembre) lungo la strada provinciale Castelfranco-Staffoli in località Montefalcone nel corso di un’operazione di pulizia straordinaria organizzata dal Comune di Castelfranco in accordo con i carabinieri forestali di Montefalcone.

Una mattinata di lavoro assiduo per ripulire le aree di sosta di questa strada che troppo spesso sono utilizzate per abbandonare illegalmente rifiuti provenienti da case private. All’attività hanno partecipato anche gli agenti della polizia municipale di Castelfranco, presenti per intercettare nel contenuto dei sacchi abbandonati degli indizi che possano far risalire ai responsabili dell’illecito.
In questa particolare zona di Montefalcone, da più di un anno, i carabinieri stanno inoltre lavorando per contrastare il fenomeno della prostituzione maschile e dello spaccio, oltre all’abbandono indiscriminato di rifiuti, attraverso una serie di controlli e sopralluoghi serrati. L’impegno delle forze dell’ordine sta dando i suoi frutti: il continuo monitoraggio è infatti servito a limitare, se non debellare totalmente, la presenza di spacciatori e il giro di prestazioni sessuali a pagamento.
Come deterrente agli illeciti hanno contribuito anche le telecamere di videosorveglianza installate, da alcuni mesi, nei punti più colpiti da reiterati fenomeni di degrado. Si tratta di telecamere mobili che vengono periodicamente spostate, alternandone la postazione tra sette punti sensibili del territorio individuati dalla giunta comunale.
“Il nostro impegno nel contrastare le attività illegali sul nostro territorio non si fermano nemmeno in questa fase dell’anno – hanno commentato il sindaco di Castelfranco, Gabriele Toti, e l’assessore all’ambiente, Federico Grossi – Il polmone verde di Montefalcone, e la strada provinciale che collega Castelfranco e Staffoli, deve tornare ad essere valorizzato come patrimonio paesaggistico e ambientale della nostra terra, libero da fenomeni di spaccio, prostituzione e abbandono di rifiuti. Grazie alle attività di controllo dei carabinieri, coadiuvati dalla polizia muinicipale, la situazione è molto migliorata e speriamo che in futuro le problematiche che affliggono quest’area siano del tutto risolte. L’amministrazione continuerà a dare tutto l’appoggio possibile per eliminare questi fenomeni illeciti di totale inciviltà”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.