Cattaneo, 700mila euro dalla Provincia per 5 nuove aule

Lavori in arrivo per l’ex magistrale Carducci di San Miniato. L’edificio di via Roma, oggi sede distaccata dell’istituto Cattaneo, sarà finalmente messo a norma per consentire l’utilizzo del primo piano. È di poche settimane fa, infatti, l’arrivo nella casse della provincia dei circa 700mila euro di finanziamento regionale attesi ormai da alcuni anni.

Soldi che permetteranno la costruzione di una scala antincendio esterna, la realizzazione di una nuova caldaia e la sostituzione degli infissi, consentendo al Cattaneo di poter utilizzare anche le 5 aule al piano superiore. Al momento, infatti, la scuola può sfruttare sono i locali al piano terra, proprio per la mancanza di un scala di emergenza e di un impianto in grado di riscaldare anche le stanze al primo piano. Da qui i lavori, per i quali la Provincia di Pisa ha già aperto il relativo bando di gara, con l’obiettivo di eseguire i lavori nel corso dell’anno. “La scala antincendio sarà sicuramente pronta per settembre entro l’inizio del nuovo anno scolastico – spiegano dalla Provincia – mentre altri interventi, come quello della caldaia, potranno essere completati anche nei mesi successivi, in contemporanea con la normale attività didattica”.
I lavori, in un certo senso, andranno a chiudere un cerchio, completando l’obiettivo di consegnare al Cattaneo una succursale in grado di alleggerire la costante carenza di spazi che da anni caratterizza la scuola. Negli anni scorsi, infatti, dopo lo stop di iscrizioni al liceo delle scienze umane Carducci e il successivo trasferimento a San Donato insieme al Marconi, la Provincia aveva deciso di acquistare l’immobile di via Roma dal Conservatorio di Santa Chiara, proprio con l’obiettivo di metterlo a disposizione del Cattaneo. “Quando c’era ancora il Carducci – ricorda il dirigente Alessandro Frosini – la Provincia era già intervenuta risistemando gli impianti elettrici. Adesso, con questi lavori, tutto l’immobile viene rimesso in sesto, permettendoci di poter contare su una sede distaccata funzionale e assolutamente accogliente”.
Il tutto in attesa di poter ampliare e completare gli spazi del Cattaneo nell’area del vecchio Marconi, al di là di via Catena. È di pochi giorni fa, infatti, l’affidamento delle indagini geologiche sul versante della collina: indagini propedeutiche alla successiva demolizione dell’edificio, che sarà rimpiazzato da una palestra e da laboratori a servizio del Cattaneo. Nella stessa indagine, i tecnici metteranno gli occhi anche su una fessura che si è aperta da alcuni mesi nel parcheggio sterrato a lato del Cattaneo. “È bene chiarire – precisa Frosini – che la fessura non costituisce un elemento di pericolo per la scuola, ma si trova al margine di quelle che un tempo erano le tribune del vecchio campo sportivo”.

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.