Controlli alle sale slot, attività sospesa per tre giorni

Nella sala da gioco non c’erano né il titolare della licenza né gli iscritti nel titolo autorizzatorio. Per questo l’attività di una sala slot di Perignano di Lari è stata sospesa per tre giorni dai funzionari della Questura di Pisa. La divisione amministrativa della Questura di Pisa, infatti, nei giorni scorsi ha avviato una serie di controlli nei confronti delle sale gioco della provincia, nell’ambito della più generica attività di contrasto alle condizioni che incidono sul regolare svolgimento delle attività di gioco secondo le prescrizioni della normativa.

Nella sala in questione, omettendo di presenziare e conseguentemente di controllare l’attività di gioco, il titolare ha mancato una prescrizione. Da qui la sospensione dell’attività mentre sono in corso gli accertamenti per le responsabilità di carattere penale del titolare. Le verifiche tendono a tutelare gli individui ritenuti più sensibili, come i minori, preservandoli dalle forme di dipendenza patologica, nonché il contrasto alle ludopatie. Nell’ambito di tale attività, la Questura ha controllato numerosi esercizi del tipo sale slot e Vlt, come quella di Perignano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.