Ladri in due case a Staffoli, danni per migliaia di euro

Ancora un colpo dei ladri a Staffoli in via Ferretto. Questa volta, però, i malviventi hanno causato danni per migliaia di euro a infissi e arredi ma alla fine non hanno trovato niente che valesse la pena rubare. A finire nel mirino della banda degli appartamenti, che a Staffoli dopo un periodo di relativa calma semba avere ricominciato a colpire, sono state due abitazioni che appartengono alla stessa casa singola.

I malviventi prima hanno visitato quella al piano superiore e poi quella al piano terra. Il furto, secondo quanto ha spiegato il padrone di casa, sarebbe stato messo a segno alcuni giorni fa, nella mattinata di un giorno lavorativo. “Prima sono entrati nella casa di sopra – spiega il proprietario – pensando probabilmente di trovare degli oggetti di valore o del denaro, ma per fortuna in casa non c’era niente infatti l’abitazione è quella di mia madre che adesso però non vive qui e quindi in casa non avevamo lasciato niente che potesse avere un valore. Per entrare nell’appartamento però hanno causato tantissimi danni, rompendo una porta e mettendo l’abitazione a ferro e fuoco, lasciando tutto in disordine. Alla fine però non hanno trovato niente che valesse la pena portare via. Dopo che era andato male il colpo all’appartamento superiore – continua il proprietario della bifamiliare di via Ferretto -, i ladri si sono introdotti anche in casa mia mentre ero al lavoro: da me hanno aperto la finestra del bagno e sono entrati in casa, ma non hanno frugato molto. Evidentemente ad un certo punto è accaduto qualcosa che li ha disturbati, costringendoli a fuggite”. Anche dal proprietario di casa non avrebbero trovato niente di valore, “anche perché – ci spiega – ormai con tutti i furti che si verificano, nelle case non c’è più niente: se le persone hanno degli oggetti di valore o del denaro li tengono in banca”. Nel secondo appartamento comunque i malviventi sono riusciti a sfondare la finestra del bagno e a causare ulteriori danni. “A conferma dell’ipotesi secondo cui dovrebbero avere agito di mattina prima delle 11 mentre ero al lavoro – continua la vittima di questo furto – c’è il fatto che un mio parente è passato davanti casa e quell’ora e ha notato che il cancello era aperto”.
“Come accade in queti casi, ho fatto la denuncia ai carabinieri dei due tentativi di furto e loro hanno avviato le indagini. Sicuramente – continua il cittadino – servirebbero più controlli, qui a Staffoli infatti temiamo che possa verificarsi nuovamente una situazione simile a quella che abbiamo vissuto alcuni mesi fa, quando tutti i giorni veniva perpetrato un furto. Servirebbero maggiori controlli, magari anche attraverso le forme di vicinato che sono già state sperimentate in altre zone vicine, non tanto per quello che possono rubare (nelle case non c’è più niente) ma per i danni che causano per entrare nelle abitazioni”.

Gabriele Mori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.