Il Borgo che Vorrei fa posto ai turisti: nuova casa vacanze foto

Musica dal cuore del borgo in vista degli eventi serali, gruppetti di turisti alla scoperta della città sotterranea, gran viavai in centro. Ma la vera novità oggi a Santa Maria a Monte è nella cerchia più stretta della chiocciola, in via di Mezzo, dove con tanto di taglio del nastro è sbocciato un nuovo “fiore” dedicato ai turisti.

Parliamo de “Il fiore del borgo” nuova attività che ha aperto i battenti nell’ambito dei noti bandi di promozione del centro storico “Il Borgo che vorrei”. Una minuscola e curatissima casa vacanze, dedicata a quei tanti turisti che, a caccia di luoghi caratteristici fra le colline toscane, approdano a Santa Maria a Monte per “fare base” e visitare le città della regione. Una vecchia casa della parte alta del centro, completamente ristrutturata e decorata dalla titolare Debora Mori e dal marito Mario Vincenti, santamariammontese. I due, decoratori ed impegnati nel settore dell’oggettistica e della produzione di souvenir, hanno deciso di puntare sui vantaggi del bando previsto dal comune per la ricezione turistica. “Un altro pezzo di quello che si sta configurando come un vero e proprio albergo diffuso” ha detto la sindaca Ilaria Parrella, presente al taglio del nastro insieme alla vicesindaca Manuela Del Grande ed altri membri della giunta. Dall’avvio dei progetto dei bandi, fra le tante aperture di natura commerciale, sono in tutto 6 i progetti avviati sul fronte della ricezione turistica e del pernottamento.

Nilo Di Modica

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.