Fucecchio aggiusta i giochi, con 10mila euro foto

Più di 10mila euro per la manutenzione dei giochi per bambini nei giardini di Fucecchio, frazioni comprese. E’ in corso un massiccio intervento che riguarda la manutenzione di 16 giochi oltre all’apposizione di alcuni cartelli per un costo totale di circa 7mila euro. Scivoli, altalene e giochi a molla si trovano in varie aree a verde del territorio: piazza della Libertà, via Sbrilli, via Ariosto, piazza Samo e via Trento a Fucecchio, via Pistoiese e via Copernico a Botteghe, via Fratelli Cervi e via del Mazzone a San Pierino, via Pesciatina a Pinete, via del Collettore a Ponte a Cappiano, via della Chiesa a Galleno e via Ferretto a Querce.

Dopo gli interventi ritenuti più urgenti, verranno effettuati anche gli altri nei prossimi mesi. Gli interventi di manutenzione dei giochi danneggiati o deteriorati vengono fatti a seguito di indagini che il Comune, tramite una ditta specializzata, svolge due volte all’anno. Sulla base del report che viene stilato, e che prevede necessità di interventi più o meno urgenti, l’amministrazione comunale decide di intervenire per ripristinare o sostituire i giochi.
Il lavoro di monitoraggio e manutenzione è particolarmente importante per la sicurezza dei bambini ed è anche molto impegnativo visto che nel Comune di Fucecchio sono ben 140 i giochi per bambini ospitati in 30 diverse aree a verde. “E’ un impegno – commenta il sindaco Alessio Spinelli – che svolgiamo molto volentieri perché riguarda la sicurezza dei nostri figli: purtroppo quello che vediamo è che sono pochi i giochi che necessitano di manutenzione per il deterioramento causato dal tempo e dall’utilizzo e, invece, sono molti quelli da aggiustare o sostituire a causa di atti vandalici o per un utilizzo improprio. Questo comporta che l’amministrazione comunale, per garantire la sicurezza dei bambini, sia costretta a spendere più soldi pubblici di quelli che sarebbero necessari. Questo dimostra che quanto sia sempre più impellente migliorare l’educazione dei ragazzi per il rispetto dei beni pubblici. In questo senso la reintroduzione dell’educazione civica a scuola, con la proposta di legge che tutti i cittadini possono firmare anche presso il nostro comune, appare sempre più necessaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.