Calcinaia col cuore a Corleone, visita ai produttori locali

Più informazioni su

Un pezzo di Calcinaia è rimasto a Corleone, dove si lavora nei campi confiscati alla mafia, si fa promozione ai prodotti che si coltivano. Il comune di Calcinaia, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi importanti quali la legalità, ha organizzato quest’anno un doppio scambio: in una prima fase, una delegazione corleonese è stata in visita in Valdera a giugno, per visitare alcune realtà locali. Poco tempo fa, un gruppo di 18 persone, tra cui anche 7 calcinaioli e il consigliere comunale Yassine El Ghlid, ha fatto visita ai produttori locali dell’associazione Fior di Corleone. Tutto questo insieme alla cooperativa Paim.

La delegazione toscana ha incontrato Pippo Cipriano, già sindaco di Corleone dal 1993 al 2002, Dino Paternostro e Nando dalla Chiesa, che hanno rievocato le lotte dei contadini siciliani e raccontato di come è cambiato il movimento mafioso. I ragazzi hanno poi visitato Corleone e, in gruppi, aiutato a “ripulire” dalle erbacce i campini – dove giocano i ragazzini del territorio – della parrocchia di San Leoluca, dove sono stati ospiti. Hanno raccolto i pomodori con i quali hanno poi preparato la passata per le opere della parrocchia, ascoltando le parole di Don Luca che raccontava le storie delle persone che abitano a Corleone e della mafia.
Insomma un’esperienza significativa che coniuga lavoro e legalità, un modo per venire in contatto con altre realtà che sono state danneggiate da organizzazioni criminali che ne hanno devastato l’economia e il tessuto sociale e che adesso cercano, con l’aiuto di tutti, di rialzarsi.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.