Unione, Municipale in agitazione: vertenza torna al Prefetto

“Ancora oggi chiediamo che l’Unione si strutturi con un ufficio del personale capace di assumere tempestivamente il personale cessato e non più in servizio, un ufficio informatico che sia a supporto per gli interventi di riparazione dei dispositivi elettronici e dei software, un ufficio acquisti che attualmente vengono svolti dagli agenti e ufficiali. Che, poi, vengano riassegnate ai Comuni quelle mansioni amministrative non di stretta competenza della polizia municipale e che non ci permettono di dedicare più persone al servizio esterno e di controllo del territorio”.

Lo ribadiscono i rappresentanti sindacali dell’Unione Circondario Empolese Valdelsa a seguito di due assemblee del personale del servizio di polizia municipale dalle quali è emersa la proclamazione dello stato di agitazione che porterà la trattativa al tavolo in Prefettura. “Il personale – scrivono le Rsu – ha ritenuto che per risolvere la vertenza sindacale, che prosegue ormai da diversi anni, sia necessario fare nuovamente appello a tale istituto, questo perché nonostante la parte pubblica avesse avanzato la volontà di incontrare nuovamente la Rsu il 2 ottobre, come già avvenuto in un primo incontro il 18 settembre, il personale ha ritenuto che ci sia subito un tavolo di raffreddamento l’occasione per affrontare le tematiche che affliggono la Polizia Municipale e che sono da tempo ben note alla controparte politica. Ribadiamo la volontà dei Rappresentanti è quella di dare risoluzione al più presto alla vertenza, nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini che avrebbero un miglior servizio in termini di presidio del territorio e dotazione organica”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.