Premio Taviani ai suoi attori, presenti i figli del regista foto

I fratelli Taviani lo hanno diretto in Una questione privata e Maraviglioso Boccaccio. Josafat Vagni ha poco più di 30 anni ed è il primo vincitore dell’edizione numero 1 del premio Taviani dedicato al cinema (Un premio per il cinema dedicato a Taviani e una mostra). Nell’occasione è stata anche inaugurata la mostra Sacri Silenzi, omaggio ai due registi e in particolare al compianto Vittorio, morto a 88 anni lo scorso 15 aprile. Premiato anche Giovanni Guidelli, entrato nel laboratorio di Gassman a 10 anni e a 16 attore ne La Notte di San Lorenzo e poi di nuovo più tardi, diretto dai fratelli Taviani in Fiorile.

Presenti i figli di Vittorio Taviani, Giuliano e Francesca. Una scuola di cinema e anche di vita più che un film, è l’esperienza con i Taviani secondo i due attori, preziosi resti di un modo di fare regia che è sempre meno diffuso. Che parte da una cultura enorme e da un rispetto ancora più grande per le persone, certo, ma più ancora per l’Arte, quella con la A maiuscola. Un modo di fare cinema che i due attori hanno sperimentato in periodi diversi, ma che di certo porteranno con sé in ogni ruolo. E che, oggi, hanno condiviso con San Miniato.
Tra i presenti alla premiazione anche l’onorevole Lucia Ciampi sindaco di Calcinaia e la consigliera regionale Alessandra Nardini. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.