Legionella a Castelfranco, Toti: “L’intervento di Galletti e Quartini, una follia”

Più informazioni su

Assume subito i toni di una polemica da campagna elettorale la questione della legionella alla piscina comunale di Castelfranco di Sotto gestita dalla Uisp e i conseguenti attacchi prima dei consiglieri comunali del movimento 5 stelle di Castelfranco e poi dei consiglieri regionali dello stesso partito al sindaco Gabriele Toti, che replica con poche e pesanti parolo. Il concetto al di là della polemica politica, che Toti cerca di esprimere è questo: non ho fatto ordinanze perché la piscina era già chiusa e gli attacchi del M5s sono strumentali. Ma ecco le parole esatte del Primo cittadino di Castelfranco di Sotto.

“L’intervento dei consiglieri regionali Cinque Stelle sulla piscina di Castelfranco? Una follia. Oppure l’ennesimo tentativo di gettare discredito su tutto e tutti per coprire le proprie incapacità nel governo centrale, dove sembrano trovarsi a proprio agio nel recitare la parte degli ‘utili idioti’ portando consensi al loro alleato”. E’ dura la risposta del sindaco Gabriele Toti alla presa di posizione dei consiglieri regionali dell’M5s Irene Galletti e Andrea Quartini in merito alla chiusura dell’impianto castelfranchese. “Basterebbe guardare i documenti per evitare brutte figure – insiste il sindaco -. La piscina è chiusa dal 10 settembre, al termine della stagione estiva, per una serie di lavori urgenti da realizzare alla struttura, riguardanti il consolidamento della parte esterna alla vasca piccola, dopo che analogo lavoro era stato portato a compimento anche nella vasca più grande. Il giorno 11 settembre la Asl ha recapito al Comune una nota per aver rilevato valori di legionella superiori al limite, chiedendo quindi un’opera di bonifica. Ma la struttura era già chiusa, e lo è rimasta per tutto questo tempo: e quindi non comprendiamo quale ordinanza avremmo dovuto firmare”. La conclusione del sindaco Toti: “La piscina riapre il prossimo 7 gennaio in totale sicurezza non solo per gli interventi realizzati, ma anche per le analisi che il gestore a svolto in questo periodo e che hanno escluso la presenza del batterio. Ovviamente prima della riapertura la Asl effettuerà nuove rilevazioni. Crediamo quindi che i Cinque Stelle prima di alimentare polemiche e soprattutto facili allarmismi, farebbero bene ad informarsi nelle sedi competenti. Ma forse è più semplice fare sparate….”

leggi anche: Legionella, il caso in Regione con i 5 Stelle: “Difetti nella comunicazione”
                 
  Legionella a Castelfranco, M5s attacca Asl

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.