Liceo Marconi, invito M5s: “La politica si dia una mossa”

“I ragazzi attendono una sede scolastica idonea alle loro esigenze e definitiva. La politica, dopo errori su errori, si dia una mossa. Di soldi pubblici attorno al Marconi ne sono stati bruciati a vagonate. E, di sicuro, non per colpa di scolari e docenti”. Lo dice la consigliera regionale 5 stelle Irene Galletti rispetto al liceo Marconi di San Miniato (Liceo Marconi, il comune punta ancora su Ponte a Egola).

“La struttura originaria – spiega – pagata nel 2009 circa 8 milioni di euro dalla Provincia e dichiarata inagibile nell’ottobre 2016 per problemi strutturali e quasi 600 studenti piombano nel limbo delle decisioni mai prese”. Sul marconi “Assistiamo – spiega la portavoce del M5S di San Miniato Chiara Benvenuti – a un continuo variare di sedi che crea non pochi disagi a chi nella struttura lavora e a chi deve frequentare le lezioni. Eppure i soldi necessari ad aprire una possibile soluzione della faccenda ci sono. O almeno c’erano: 400mila euro della Regione. E le autorità competenti avevano anche un’idea precisa di destinazione. Peccato che l’area prescelta, in località Fontevivo, fosse tra quelle considerate come semi alluvionali, acquitrinose”. L’alternativa è stata riversare tutti in un immobile preso in affitto da privati in località La Scala. “Una struttura – evidenziano Galletti e Benvenuti – che non ha vocazione scolastica e che ci costa la bellezza di oltre mille euro al giorno d’affitto. E dal prossimo anno la quota è destinata a crescere”.
Il Movimento 5 stelle ha presentato un’interrogazione alla giunta regionale: obiettivo sapere se i 400mila euro stanziati a suo tempo dall’Ente siano stati al momento bloccati. “Vorremmo inoltre capire – sottolinea Galletti – con quale criterio la Regione abbia previsto un finanziamento senza che in precedenza fossero state accertate le condizioni di fattibilità del progetto. A oggi l’unica certezza che rimane sono i soldi spesi e l’incognita sul destino di studenti e insegnanti del Marconi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.