La rotonda della Fontana cambia faccia: fiori dopo i lavori

E’ la porta di ingresso al paese da sud. E presto cambierà aspetto, per sbocciare a primavera quando attorno alla Fontana Monumentale di Castelfranco di Sotto saranno anche piantati fiori.

In questi anni l’amministrazione comunale ha promosso numerosi interventi su parchi ed aree verdi con nuovi giochi e arredi con il chiaro intento di migliorarne il decoro e la fruibilità. Ma la legislatura non poteva finire senza un grande intervento di riqualificazione della rotonda della Fontana Monumentale nei pressi del ponte sull’Arno. Il progetto è finanziato con l’ultima variazione di bilancio approvata dal consiglio comunale del 30 novembre scorso e prevede la disattivazione della fontana e la riqualificazione con piante e fiori. Oltre alla sostituzione di tutti i punti luce (alcuni non più funzionanti) con altrettanti fari a led, è prevista un’imbiancatura generale e il riempimento delle vasche con terra e a seguire la piantumazione di fiori e piante che possano garantire una fioritura da marzo a ottobre. Inoltre sul lato della struttura opposta al ponte verranno posizionati un grande stemma del Comune con accanto gli stemmi con i quattro colori delle Contrade a indicare il legame indissolubile che ormai esiste tra comunità e Palio. I lavori sono stati già affidati e partiranno a gennaio ad esclusione di quelli riguardanti la piantumazione di piante e fiori per i quali si attenderà la fine dei freddi invernali.
“Non potevamo concludere la legislatura – spiega il sindaco Gabriele Toti – senza intervenire su uno dei simboli di Castelfranco e che di fatto accoglie tutte quelle persone che arrivano dal ponte sull’Arno. E’ un intervento consistente di riqualificazione a verde della fontana monumentale con il chiaro intento di dare maggior decoro alla rotonda. Un intervento nel quale crediamo e che sarà realizzato subito dopo le festività in quanto i lavori sono già stati affidati. A fine inverno, quanto le temperature cominceranno ad essere meno rigide, poi metteremo fiori e piante in modo che la natura poi faccia il resto”.
“Ripristinare la fontana con tutta la manutenzione che necessita avrebbe avuto dei costi troppo alti di manutenzione, per questo abbiamo pensato di riconvertire la struttura a verde con piante e fiori – aggiunge l’assessore all’ambiente Federico Grossi -. In questi anni abbiamo fatto molto per migliorare parchi, giardini e spazi verdi. Da tempo volevamo intervenire sulla Fontana monumentale e, grazie all’aiuto dei collaboratori tecnici comunali, crediamo di aver scelto l’intervento migliore “.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.