Via Ser Ridolfo, assemblea pubblica prima del cantiere

Un’assemblea pubblica per spiegare i lavori e le modifiche alla viabilità in vista del cantiere in via Ser Ridolfo e anche l’occasione per esporre eventuali richieste della cittadinanza. Il 7 gennaio, infatti, aprirà il cantiere per la riqualificazione di via Ser Ridolfo, nel cuore del centro storico di San Miniato e in vista di questo importante cantiere, l’amministrazione comunale ha organizzato l’assemblea per il 3 gennaio alle 21,30 nella Sala del Bastione.

L’intervento, della durata di 90 giorni, prevede la rimozione del manto bitumato e la sua sostituzione con un lastricato in pietra con la stessa finitura di quello utilizzato per la riqualificazione di Piazza dei Cavalieri a Pisa, oltre al completo rifacimento dei sottoservizi. E’ inserito all’interno del programma triennale delle opere pubbliche, dove sono previsti anche gli interventi di riqualificazione di via Conti e Piazza del Popolo, successivamente a quello di via Ser Ridolfo, lavori che contribuiranno in maniera decisiva ad elevare la qualità urbana e il decoro del centro storico.
Per i 90 giorni in cui il cantiere di via Ser Ridolfo resterà aperto, la strada rimarrà chiusa al traffico e la viabilità nella città dovrà subire alcune modifiche: via IV novembre sarà resa a senso unico con direzione centro periferia, via Carducci rimarrà a doppio senso di circolazione, ma sarà introdotta la prescrizione di direzione obbligatoria a sinistra in piazza Grifoni, all’intersezione con via IV novembre, per i veicoli che provengono con direzione periferia-centro, mentre sarà in vigore il divieto di transito ai veicoli con portata massima a pieno carico superiore a 2,5 tonnellate e lunghezza superiore a 5 metri. Le percorrenza delle altre strade non sarà modificata. Su via Ser Ridolfo sarà comunque garantito il passaggio in sicurezza dei pedoni e l’accesso agli uffici attraverso la rampa del San Domenico, per tutta la durata del cantiere.
“La proposta di riorganizzazione della viabilità già avanzata dall’amministrazione comunale è una proposta che mette al centro la sicurezza e la sostenibilità del traffico dei veicoli per le vie del centro storico – spiega l’assessore alle attività produttive Giacomo Gozzini -. Tuttavia rimaniamo a disposizione, fino all’apertura del cantiere e anche nei giorni successivi, per accogliere tutte le osservazioni e i suggerimenti che, al riguardo, verranno da cittadini e operatori, allo scopo di rendere la gestione più condivisa e ridurre al massimo i disagi”.
“In vista dell’apertura del cantiere ho proposto di organizzare un’assemblea pubblica, in collaborazione con la Consulta territoriale, per avere un ulteriore momento di confronto con la cittadinanza – aggiunge il sindaco Vittorio Gabbanini -. Ricordo che ad oggi abbiamo incontrato gli operatori economici del centro storico che formularono la richiesta di rinviare i lavori al periodo invernale, periodo in cui San Miniato è meno frequentata e questa istanza è stata accolta. Poi di via Ser Ridolfo si è dibattuto nelle riunioni della Consulta e successivamente abbiamo incontrato i genitori degli allievi delle scuole di via Rondoni, dando la massima disponibilità dell’amministrazione comunale per l’attivazione di servizi ulteriori e straordinari per il trasporto scolastico. Oltre a tutto ciò, siamo ancora a disposizione di chiunque abbia da avanzare proposte per la riduzione dei disagi che il cantiere comporterà e ci impegniamo a mettere in atto soluzioni alternative laddove ciò sarà possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.