Irregolari e spacciatori, 3 nei guai a Pontedera

Più informazioni su

E’ irregolare sul territorio nazionale e anche senza fissa dimora. Quando ha visto i carabinieri, nella serata di ieri 11 febbraio a Pontedera, ha gettato a terra qualcosa. La mossa non è passata inosservata ai militari, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio con personale della Compagnia Intervento Operativo del Battaglione Toscana e del Nucleo Cinofili di San Rossore. Il ragazzo di 21 anni è stato bloccato dopo aver ceduto una dose di cocaina, del peso di mezzo grammo circa, a due tossicodipendenti del luogo, segnalati alla Prefettura di Pisa quali assuntori.

Nel corso dell’intervento, il giovane ha tirato in terra, nel tentativo di eludere il controllo, altre tre dosi di cocaina e una di hashish, per complessivi 4 grammi, mentre, nascosti addosso aveva 185 euro, ritenuti provento dell’illecita attività. La successiva perquisizione, estesa anche al domicilio, ha permesso ai militari di arrestare, in concorso nel reato, altri due connazionali, rispettivamente di 28 e 27 anni, anche loro irregolari sul territorio nazionale e senza fissa dimora, sorpresi con materiale per il confezionamento, per la pesatura e il taglio dello stupefacente.
“Accolgo con apprezzamento le notizie – dice il sindaco di Pontedera Simone Millozzi -. La costante e qualificata presenza dei carabinieri ha portato alla individuazione di diversi soggetti coinvolti nel traffico di stupefacenti che sono stati assicurati alla giustizia. Ancora una volta le forze dell’ordine cittadine, anche coadiuvate da reparti provenienti da fuori città, sono riuscite a stroncare condotte criminali. Il lavoro per contrastare questi fenomeni non conosce soste e diventa sempre più incisivo. Mi auguro anche che le norme nazionali forniscano adeguati strumenti per impedire che vengano reiterati questo tipo di reati. Mi preme quindi ringraziare l’Arma dei carabinieri per la brillante operazione e tutte le forze dell’ordine che ogni giorno danno dimostrazione di essere attente, presenti ed efficaci. Voglio ringraziare infine il Prefetto Giuseppe Castaldo che, anche durante la visita istituzionale della scorsa settimana, aveva assicurato una presenza sempre attenta e puntuale, da parte dello Stato nella nostra città”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.