Lanci di candeggina dallo scooter, nei guai due minorenni

Più informazioni su

Avevano mescolato liquido per lo spurgo con acqua. Poi, in sella a un motorino al quale avevano coperto la targa, lo avevano gettato addosso a due persone. Tante precauzioni non sono bastate a salvare i due ragazzi, minorenni, autori dell’inqualificabile gesto nel centro di Pisa. La Digos di Pisa ha, infatti, individuato e denunciato i due autori dei lanci che hanno colpito un italiano e un senegalese la sera del 12 gennaio.

Nessuno sfondo razziale, quindi, dietro al gesto che ora però, è se possibile ancora più incomprensibile. O forse comprensibile se si considera lo specchio di un tempo senza etica o rispetto, con tanto tempo libero e troppa noia e poca, davvero poca, percezione delle conseguenze di ogni gesto. Che in questo caso ci saranno, poiché le meticolose indagini effettuate dalla Digos e caratterizzate dalla visione di tutte le immagini registrate dalle telecamere pubbliche e private di un’ampia area della città, dall’escussione di tutte le persone interessate dall’evento e da mirate attività di osservazione e pedinamento hanno portato fino ad attività di perquisizioni domiciliari, durante le quali è stato sequestrato il motorino utilizzato per le azioni delittuose e poi anche i caschi e gli indumenti indossati, oltre che la bottiglia di liquido utilizzata e abbandonata in città.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.