L’Europa al San Francesco, 11 Paesi per un flash mob

Più informazioni su

Loro sono nati in Europa. Cosa ci fosse prima non lo sanno, ma hanno ben chiaro come questa Unione Europea la vorrebbero. Per stimolare i giovani a diventare cittadini europei attivi è nato il progetto Erasmus, che a San Miniato ha portato 66 ragazzi. Arrivano da ben 11 Paesi della Comunità Europea e nei prossimi giorni dovranno mettere a punto dei prodotti digitali per invitare i loro coetanei a partecipare alle prossime elezioni europee.

I ragazzi sono ospiti per una settimana nell’ex convento di San Francesco e oggi 6 marzo sono stati accolti in comune dal sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini. I ragazzi, provenienti da Spagna, Grecia, Ungheria, Bulgaria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Repubblica Ceca e Malta, affiancati dal gruppo di volontari italiani di Fondazione Toscana Sostenibile, saranno impegnati per sei giorni nel progetto “I love EU”, promosso e organizzato da Fts e cofinanziato dalla comunità Europea. Il progetto, che fa parte del programma Erasmus plus per favorire gli scambi giovanili. Venerdì 8 marzo, dalle 18, i ragazzi animeranno le strade del centro di San Miniato con un flash mob ideato da loro per coinvolgere la cittadinanza a far conoscere il progetto I Love Eu. Ad accompagnare la delegazione è stato il viceministro lituano Martynas Norbutas che ha consegnato al sindaco un omaggio istituzionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.