Stabilizziamo la scuola, domani assemblee e presidi

La mobilitazione riguarda i lavoratori della scuola di ogni ordine e grado, dalla materna alle superiori. Si chiama “Stabilizziamo la scuola” òla giornata di mobilitazione in programma per domani martedì 12 marzo, organizzata da Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola Rua per chiedere al governo di stabilizzare i precari (alla piattaforma si sono aggiunte anche le sigle sindacali Snals e Gilda).

O, spiegano i sindacati “anche la scuola toscana vivrà una vera e propria condizione di emergenza. I sindacati vogliono la stabilizzazione dei supplenti e chiedono un consistente piano di assunzioni dei docenti per coprire gli oltre 150mila posti liberi a livello nazionale che ci saranno dal primo settembre, una fase transitoria in cui stabilizzare il lavoro dei docenti già abilitati o con 3 anni di servizio, misure che risolvano in modo chiaro e definitivo i problemi generati dalla vertenza dei diplomati magistrali, la stabilizzazione nell’organico di diritto dei 56mila posti autorizzati tra organico di fatto e deroghe su sostegno su cui la scuola deve poter contare con continuità e appropriate misure volte a garantire a tutte le regioni del sud organici adeguati, con l’obiettivo di diffondere il modello pedagogico organizzativo del tempo pieno”. In Toscana sono previste iniziative di mobilitazione a Firenze di fronte all’Ufficio Scolastico Regionale e anche nelle sedi territoriali. A Pisa l’appuntamento è alle 15,30 di fronte all’Ufficio Scolastico provinciale di Pisa in via Pascoli 8 per assemblea e presidio. A Volterra l’assemblea dei precari è alle  11.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.