Il Capitalismo secondo Cavallini, lo racconta a Castelfranco

“La sfida è mettere un freno all’eccessiva concentrazione della ricchezza, attraverso un sistema fiscale pensato per limitare l’allargarsi della forbice sociale e rilanciare la produzione di beni e servizi, favorendo in questo modo il lavoro e la qualità della vita”. Ermanno Cavallini ne è talmente certo da scriverci un libro, Capitalismo a doppia valvola di sicurezza, libro che porterà per la prima volta nella “sua” Castelfranco venerdì 15 marzo alle 21,30 negli spazi della mediateca della biblioteca.

Perito aeronautico, classe 1964, Cavallini ha vissuto a Castelfranco fino al 2000 prima di trasferirsi a Fano dove attualmente risiede. Fondatore e presidente dell’associazione Nuovo orientamento culturale, Cavallini ha promosso dal 2014 un percorso di studio e di ricerca che attraverso i social ha coinvolto oltre 2mila persone, con l’obiettivo di elaborare una teoria concreta per limitare la crescita del divario sociale. All’iniziativa, organizzata dal movimento Cinque Stelle di Castelfranco e dall’associazione Nuovo orientamento culturale, interverranno anche il deputato pentastellato Francesco Berti, membro della Commissione affari costituzioni della Presidenza del consiglio, la consigliera regionale Irene Galletti e i consiglieri comunali Luca Trassinelli e Cristina De Monte. Cavallini parlerà dei meccanismi che regolano l’economia globale, in cui all’aumentare della ricchezza non corrisponde affatto un’adeguata qualità della vita, con un crescente impoverimento della classe media e di conseguenza della produzione e consumo di beni e servizi. Da qui la proposta di un sistema fiscale equilibrato da due valvole di sicurezza, per limitare da un lato l’eccessiva povertà e dall’altro l’eccessivo accumulo di ricchezza improduttiva, reinvestita solo in minima parte nell’economia reale e quasi interamente destinata alla finanza speculativa.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.