Scrittori a scuola, successo per ‘Libri in cerca di amici’

Grande successo a Fucecchio per gli incontri con gli autori per studenti e famiglie. È stata una settimana all’insegna della continuità sul tema della lettura che ha visto protagonisti i bambini, da quelli dei nidi d’infanzia fino ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Al teatro Pacini lo scrittore Fabrizio Altieri ha incontrato gran parte degli alunni delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria e tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado Montanelli Petrarca. Lo scrittore ha risposto alle numerose domande dei ragazzi che durante l’anno avevano letto almeno un suo libro.
A completare l’offerta, l’illustratore Glauco Dal Pino si è recato nei vari plessi delle scuole dell’infanzia dove ha incontrato i bambini dell’ultimo anno coinvolgendoli nella realizzazione dal vero dei personaggi della storia oggetto della continuità.

Entrambe le esperienze hanno riscosso l’entusiasmo sia da parte degli alunni che delle insegnanti che a più riprese hanno espresso la volontà di ripetere tali pratiche ritenendole oltremodo coinvolgenti e motivanti per i loro bambini.
Nei pomeriggi, inoltre, nei locali del centro d’aggregazione La Calamita, Altieri e Dal Pino con la regia della coordinatrice pedagogica Roberta Baldini, alla presenza della direttrice della biblioteca comunale Lisa Sciagrà e del vicesindaco Emma Donnini, sono intervenuti a due convegni con lo scopo di sensibilizzare insegnanti, educatrici e genitori sull’importanza della lettura e sulla divulgazione delle buone pratiche ad essa collegate.
“È un lavoro imponente – ha spiegato la vicesindaco Emma Donnini – che siamo riusciti a portare avanti negli anni grazie alla volontà di molte insegnanti e sicuramente all’ottimo lavoro svolto dalla nostra coordinatrice pedagogica. Un ringraziamento a Claudia Cappelli, Patrizia Vivaldi per la Direzione Didattica, Laura De Castro, Federica Lami, Silvana De Martino e Sabrina Calugi per l’istituto comprensivo. La novità annuale nelle proposte degli autori e la voglia di trovare modalità nuove di coinvolgimento delle famiglie ha fatto di questa edizione un grande successo. Voglio inoltre sottolineare il valore pedagogico-didattico di questi eventi e il lavoro coordinato delle insegnanti e delle educatrici che hanno trovato nella lettura e nella narrazione il valore fondante della continuità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.