Addio corso Mazzini: la Cgil lascia la storica sede foto

I tempi cambiano e anche i centri storici o, almeno, la dislocazione dei servizi al loro interno. Lo spostamento della sede dell’Assoconciatori di piazza Matteotti al nuovo palazzo di Poteco ha lasciato un vuoto nel centro di Santa Croce sull’Arno, ma presto qualcuno potrebbe arrivare a riempirlo.

E dove un tempo c’era l’associazione datoriale, sembra proprio che sia in procinto di spostarsi il sindacato dei lavoratori, la Cgil di Santa Croce Sull’Arno che abbandonerebbe l’attuale sede di corso Mazzini. Il palazzo di piazza Matteotti, storica sede della delegazione locale di AssoIndustria AssoConciatori, è di proprietà della Banca Credit Agricole, un pezzo del patrimonio immobiliare che l’istituto di credito ha acquisito con Carismi e dopo lo spostamento dei conciatori circa due anni fa è rimasto vuoto, un immobile importante nel contesto di piazza Matteotti che potrebbe tornare a vivere. E se questo è un bene per la piazza intitolata al parlamentare martire del Fascismo e per tutti gli esercizi che vi si affacciano, forse lo è meno per corso Mazzini, che già da tempo combatte con una lenta e progressiva emorragia di attività e servizi determinata forse dai tempi che cambiano e dalla configurazione sociale di Santa Croce, città industriale in continua evoluzione. La Camera del lavoro infatti avrebbe già chiuso un accordo con la banca per andare a occupare il palazzo di piazza Matteotti e lasciare definitivamente l’immobile di corso Mazzini, dove il piano attualmente occupato dagli uffici della Cgil è proprio del sindacato.
Se la Cgil andrà a occupare tutto l’immobile che fu utilizzato dall’AssoConciatori è ancora presto per dirlo, infatti c’è un’ipotesi che vedrebbe anche altri servizi trovare spazio nello stesso palazzo.
Al momento l’operazione sarebbe stata tenuta abbastanza riservata, tanto che dalla Cgil nessuno ha ufficialmente confermato l’imminente trasloco che dovrebbe concretizzarsi nel 2020. Comunque, un passaggio importante per il completamento del percorso di riqualificazione di piazza Matteotti, avviato dalla giunta Deidda. (g.m.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.