All’ex Opg di Montelupo, con i ragazzi del Cattaneo

Un’apertura straordinaria. Resa ancor più unica dalla presenza di una guida speciale. Anzi, di 12. I ragazzi dell’indirizzo turistico dell’istituto tecnico Carlo Cattaneo di San Miniato che da alcune settimane si sta preparando a un evento di apertura straordinaria della Villa Medicea dell’Ambrogiana, organizzata dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con l’amministrazione comunale di Montelupo Fiorentino, previsto per domenica 19 maggio.

Il percorso di formazione legato alla storia dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino è già iniziato e avrà come conclusione la possibilità, per dodici ragazzi, di fare da guida per un giorno al suo interno. I ragazzi, tutti del quarto anno e che hanno aderito volontariamente, hanno seguito un percorso di formazione di venti ore, sia in orario scolastico, sia in orario pomeridiano, seguendo lezioni tenute da esperti Fai, architetti e tecnici del comune di Montelupo Fiorentino e storici dell’arte. Hanno potuto visitare direttamente la villa in orario pomeridiano, guidati dagli esperti e prossimamente frequenteranno una lezione ad hoc sulla malattia mentale, sulla sua evoluzione nel tempo e sul suo rapporto con la giustizia. Un’ulteriore visita si svolgerà la settimana prima dell’apertura, senza pubblico, per fare le prove generali in vista dell’evento. “Per i ragazzi – spiega Marco Tremori, referente del progetto – la visita per i ragazzi è stata un’esperienza particolarmente toccante e a tratti angosciante, soprattutto nella parte del percorso relativa alle camere e agli spazi destinati ai degenti dell’Opg, le tracce dei quali sono ancora visibili, anche a distanza di due anni dalla chiusura”.
Nell’occasione dell’iniziativa, i ragazzi del Cattaneo, a coppie, guideranno i visitatori in gruppi di una ventina di persona nell’ambito del corpo centrale della villa, per una durata di circa venti minuti. Verrà illustrata la storia, l’architettura e le vicende relative al periodo mediceo dell’edificio. La parte dei settori 2 e 3, in cui nell’ultimo secolo e mezzo è stato ospitato l’Opg, sarà invece spiegata da personale dei Fai e del comune di Montelupo Fiorentino. Questa attività per i 12 studenti coinvolti è parte integrante del percorso di alternanza scuola lavoro e come tale sarà valutata anche dal punto di vista scolastico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.